Frosinone – Il progetto “Erasmus plus” dell’IIS N. Turriziani-Liceo Maccari apre le porte all’Europa

Condividi la notizia!

Cos’è l’Erasmus plus

L’Erasmus plus è il programma di mobilità internazionale promosso dall’Unione Europea, dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport, aperto a tutti i cittadini europei al fine di migliorare il livello delle competenze e delle abilità chiave e di favorire la dimensione internazionale dell’istruzione e della formazione, in particolare attraverso la cooperazione tra gli istituti dell’Unione e dei paesi partner.

L’IIS Turriziani entra in Europa

L’Istituto d’Istruzione Superiore N. Turriziani di Frosinone-Liceo Maccari entra in una dimensione “europea” per variare ed ampliare l’offerta formativa innovativa ed adeguarsi sempre più alle nuove tendenze e metodologie didattiche e tecnologiche.

Il Dirigente scolastico, dottoressa Erminia Gnagni, particolarmente attenta e sensibile all’importanza della formazione dei ragazzi in ambito Europeo, ha dato avvio lo scorso anno scolastico alle procedure di partecipazione al Progetto Erasmus Plus azione KA2, “Strategic Partnerships for school education”, ovvero Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche.

Nelle foto: alcuni momenti del progetto formativo “Erasmus plus” con gli studenti e i docenti dell’IIS N. Turriziani Liceo Maccari

Lo scopo del progetto

Lo scopo primario di questi progetti è creare o consolidare reti, sostenendo e incoraggiando gli insegnanti a lavorare in team interdisciplinari e multi-nazional, con un impatto diretto sulla qualità dell’insegnamento, attraverso la condivisione di metodi, strategie, idee e materiali, come anche sostenere effetti positivi e di lunga durata sugli organismi partecipanti, sui sistemi e sugli individui direttamente coinvolti.

L’IIS Turriziani ha così aderito al partenariato proposto da un istituto superiore francese (Lycée “Benjamin Franklin” di Auray), con un progetto intitolato “Théâtre franco-espagnol sans frontières”, che è stato approvato dalla Commissione europea lo scorso agosto 2018 ed è gestito in Italia dal Dipartimento Istruzione e Cultura della Commissione Europea, che fa riferimento all’Agenzia Indire.

Il progetto che coinvolge tre Istituti Superiori di altrettanti paesi Europei (Francia, Italia, Spagna), per un totale di 39 alunni, si sviluppa nell’arco di due anni, nel corso dei quali gli studenti si incontrano 3 volte e mettono in comune il lavoro svolto nei singoli paesi.

Lo scopo principale del progetto è quello di favorire l’apprendimento e la pratica delle lingue straniere, di consolidare le competenze comunicative degli studenti, di sviluppare la loro sensibilità artistica e di potenziare il loro senso di autonomia e di responsabilità.

Altro obiettivo fondamentale è l’acquisizione delle competenze trasversali attraverso l’uso di metodologie e strumenti adeguati che facilitino il processo di apprendimento, aumentino la motivazione, incoraggino la collaborazione e la condivisione delle esperienze, promuovendo la creatività e l’integrazione.

Il progetto propone degli incontri internazionali di teatro in lingua francese e spagnola su tematiche scelte dagli studenti e legate alle problematiche proprie dell’adolescenza. Il teatro permette, così, di creare un dialogo tra i diversi membri di comunità educative differenti, portandoli verso una riflessione personale.

Attraverso le attività proposte durante i laboratori teatrali, gli studenti hanno imparato a conoscere meglio se stessi e gli altri, hanno acquisito maggiore sicurezza e fiducia nelle proprie capacità, hanno potuto affrontare i pregiudizi e gli stereotipi e alla fine a superarli.

I MOBILITÀ: MURCIA 3-10 APRILE

Si è conclusa il 10 aprile la prima tappa del Progetto Erasmus Plus “Théâtre franco-espagnol sans frontières” che ha visto l’IIS Turriziani rappresentare l’Italia a Murcia in occasione della prima mobilità prevista dal progetto.

Tredici ragazzi del Liceo Maccari, accompagnati dalla coordinatrice professoressa Annaluce Cappucci e dalle insegnanti tutor Antonella De Nuccio e Tamara Minotti, hanno raggiunto la bellissima città di Murcia, dove hanno trascorso sette giorni al fianco dei loro coetanei francesi e spagnoli, soggiornando in famiglia e partecipando ad una serie di laboratori teatrali diretti da un regista francese e ad alcune escursioni nei posti più significativi della regione di Murcia.

II MOBILITÀ: FROSINONE, 13-20 OTTOBRE 2019

L’IIS Turriziani-Liceo Maccari ha accolto i docenti e gli alunni degli stati partner con grande ospitalità e cortesia, offrendo loro una settimana di lavoro intenso, ma anche di momenti di grande convivialità.

Le scuole ospitate sono il lycée Benjamin Franklin di Auray, rappresentato da 11 alunni, 3 docenti accompagnatori e la regista che ha diretto lo spettacolo finale e l’IES Floridablanca di Murcia rappresentato da 13 studenti e 3 docenti accompagnatori

Il primo appuntamento importante c’è stato il lunedì 14 presso la Casa della Cultura, dove gli alunni e i docenti francesi e spagnoli sono stati accolti con uno spettacolo di musica e danza, organizzato dalle docenti del Maccari professoresse Marsinano Deborah e Minotti Tamara, alla presenza del Dirigente Scolastico Erminia Gnagni, del Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e dell’Assessore al centro storico Rossella Testa.

Molto gradita è stata l’esibizione di un gruppo folkloristico locale (Noi simu du Supino) che ha fatto conoscere le nostre tradizioni locali. Allo spettacolo è seguita la visita al museo del Carnevale storico di Frosinone, nella sala sottostante la Casa della Cultura, con una spiegazione dettagliata della storia del Carnevale di Frosinone e la visione di un video.

Le giornate successive sono state scandite dai laboratori teatrali mattutini e visite culturali: centro storico di Frosinone e l’Accademia delle Belle Arti, le città di Roma e Veroli, l’Abbazia di Casamari.

Molto interessante è stato l’incontro con il Sindaco di Frosinone, presso la Sala Consiliare, il quale, si è soffermato a discorrere piacevolmente con gli studenti stranieri in inglese ed ha risposto a tutti i loro quesiti. Lo spettacolo finale si è svolto il venerdì 18 ottobre presso l’Auditorium Colapietro, dinanzi ad un caloroso pubblico composto dalle famiglie degli alunni italiani, il Dirigente, i docenti e gli alunni della scuola.

Si è trattato di una rappresentazione teatrale bilingue (francese e spagnolo), composta da 6 scene dialogate su temi vicini alla realtà degli adolescenti quali la differenza tra ragazzi e ragazze ed il bullismo. Il tutto diretto dalle sapienti mani della regista francese Tamara Scott Blacud.

L’esperienza formativa

Questa esperienza ha costituito per i nostri ragazzi una favolosa occasione di crescita, di arricchimento culturale e linguistico e di sviluppo delle competenze che formano il vero cittadino europeo.

I 15 ragazzi che hanno partecipato in prima persona al progetto in questa settimana, accogliendo nelle proprie case gli studenti stranieri e recitando nello spettacolo, sono stati i seguenti: Appolloni Fabrizio, Incitti Samira, Lisi Sara della classe III A, Lavinia Francesco della classe IIIF, Cerroni Eleonora, Colagiacomo Eleonora, Granier Valeria e Magnante Fralleone Giorgio della classe V A, Vasselli Giorgia della classe IV E, Danaj Greta e Orsini Giulia della classe IV A, Matera Ilaria, Rrapi Sara, Troka Arlind e Turriziani Chiara della classe V B.

Per tutto il nostro Istituto, la partecipazione a questa bellissima attività costituisce un’importante esperienza pedagogica a livello internazionale, che ci offre la possibilità di sviluppare, attraverso la cooperazione con gli Istituti partner, la vera dimensione europea della Scuola.

Si ringraziano per il lavoro svolto: la Dirigente Scolastica dottoressa Erminia Gnagni, che si è mostrata fin da subito accorta e sensibile all’importanza della formazione dei ragazzi in ambito Europeo, la coordinatrice del progetto, professoressa Cappucci Annaluce, coadiuvata dalle docenti Cecconi Maria Teresa, Casapulla Laura, De Nuccio Antonella,  Marsinano Deborah, Minotti Tamara, Ricci Anna Maria e tutti coloro che hanno dato un valido contributo alla buona riuscita del progetto.

Un grande ringraziamento va anche all’amministrazione, agli enti locali e alle associazioni culturali, i quali hanno collaborato e contribuito in prima persona all’organizzazione degli eventi che hanno caratterizzato tutta la settimana, centrando così uno degli obiettivi cardini dell’Erasmus plus, ovvero il coinvolgimento nel progetto delle istituzioni locali e di enti esterni alla scuola.

Un grazie di cuore anche alle famiglie dei nostri studenti che hanno accolto con grande gentilezza ed affetto i ragazzi francesi e spagnoli.

 

LEGGI ANCHE: Frosinone – Progetto Erasmus+, studenti francesi e spagnoli in visita al Museo del Carnevale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *