Frosinone, il Refice ospita i concerti del festival MusAnima

Condividi la notizia!

Il Conservatorio di Frosinone, diretto dal Maestro Alberto Giraldi, sarà tra i protagonisti della II Edizione del Festival di Musica Contemporanea dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, MusAnima, che proporrà 16 prime assolute, 4 nuove commissioni ISA a nomi noti della musica contemporanea, 11 concerti, 2 produzioni (Start).

Il Festival di Musica Contemporanea dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese

Nato nel 2018 in Abruzzo, coinvolgerà quest’anno anche le Marche e il Lazio attraverso la rete dei Conservatori aderenti al progetto: L’Aquila, Latina, Frosinone, Teramo, Pescara e Fermo. È proprio questa dimensione itinerante e collaborativa a rendere il Festival unico in Italia.

La locandina della II Edizione del Festival di Musica Contemporanea dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, MusAnima

Il concerto “Start 1”

Nell’ambito di MusAnima, all’auditorium Paris sarà di scena, giovedì 9 maggio alle ore 18 il concerto “Start 1”, la prima delle due produzioni in cui il Festival si articola quest’anno.
Sul palco i professori dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese guidati dal direttore residente, il Maestro Marco Moresco, pianista, compositore e docente presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, con all’attivo numerose opere liriche a capo di formazioni orchestrali internazionali e un’importante discografia che prossimamente si arricchirà con un cd sull’integrale delle Romanze di F. P. Tosti per la Brilliant Classic.

Si esibiranno Fabrizio De Rossi Re e Paolo Rosato ed alcuni allievi dei vari Conservatori

In programma 8 brani in prima assoluta, di cui 2 nuove commissioni affidate dall’ISA a Fabrizio De Rossi Re e Paolo Rosato, compositori già affermati e conosciuti per le proprie opere e docenti del Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo.

Il primo, Fabrizio De Rossi Re – la cui ricerca è fortemente caratterizzata da un’esplorazione che accoglie e coniuga varie esperienze stilisticamente multiformi, sempre in bilico tra una diretta comunicazione e l’eredità linguistica della sperimentazione – presenta in prima esecuzione assoluta il brano “Sirene Migranti per orchestra”.

Il secondo, Paolo Rosato – compositore eseguito in Italia e all’estero, musicologo, autore di musica sinfonica, cameristica, corale, nonché di musica di scena, di vari spettacoli multimediali e di tre opere liriche – debutta in prima assoluta con “Colours of water and fire”.

Completano il programma le opere di sei fra i più brillanti allievi delle classi di Composizione dei conservatori coinvolti. Si tratta per questa prima produzione di Lorenzo Pasqualucci del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila, di Marco Matarese del Conservatorio “O. Respighi” di Latina, di Mario Capanna del Conservatorio “G. Braga” di Teramo, Eduardo Romano del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara, di Michele Di Filippo del Conservatorio “L. Refice” di Frosinone e di Emanuele Evangelista del Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo.

Il prossimo concerto “Start 2”

Il prossimo appuntamento con il Festival, con il concerto “Start 2”, si terrà giovedì 16 maggio, sempre alle ore 18.

Il titolo di ingresso per il singolo concerto ha costo di 1 euro.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".