Frosinone-Inter 1-3, le pagelle dei canarini

Condividi la notizia!

di Roberto Mercaldo

Si assottigliano ulteriormente le speranze di permanenza in massima serie per il Frosinone di Baroni, che al cospetto dell’Inter paga un primo tempo timido, chiuso sotto di ben due gol. La bella reazione della ripresa porta alla rete di Cassata che dà ulteriore slancio ai canarini, capaci persino di sfiorare il pareggio in un paio di occasioni. In pieno recupero però arriva il gol del definitivo ko, a firma di Vecino. E ora il quart’ultimo posto è distante ben otto punti. Vediamo come di consueto le pagelle di tutti i giocatori in maglia giallazzurra.

SPORTIELLO 6,5

Nessuna colpa per il portiere ex Atalanta sui tre gol nerazzurri. Di contro è palese il merito di aver impedito ai milanesi di assestare il gol del ko già nella prima frazione, con una strepitosa parata su Vecino.


CAPUANO 6

Contiene Politano e non è merito da poco, perché la piccola ala nerazzurra è notoriamente una delle frecce più affilate nella faretra di Spalletti. Energia e buona volontà, un cocktail che gli vale almeno la sufficienza.

ARIAUDO 6

Sostituisce Salamon, ed è compito ingrato in questo momento di gran forma del polacco. Lo fa comunque egregiamente, anche se in un paio di occasioni Icardi ricorda a lui e al resto della compagnia di quali giocate sia capace, quando ha voglia e modo di esprimersi.

GOLDANIGA 6

Un paio di chiusure molto eleganti ed una buona partecipazione anche in fase propositiva per il lungo difensore giallazzurro, che al pari dei colleghi di reparto non si macchia di errori particolari ed anzi tiene botta con attenzione al cospetto degli illustri dirimpettai.

PAGANINI 6

Minaccia la porta di Handanovic con un bel colpo di testa, su situazione di palla inattiva, e si batte con il consueto coraggio per tutti i novanta minuti. Sovente i suoi slanci sono frenati dal granitico pacchetto arretrato nerazzurro, ma non si può dire che almeno non ci abbia provato.

CASSATA 6,5

Non solo il gol, per il centrocampista scuola Juve, che al cospetto dell’Inter sfodera una prestazione di tutto rilievo, catturando palloni e giocandoli con buon discernimento. Esce per via di un malanno muscolare, dopo aver fornito un contributo davvero eccellente.

CIANO 6

Due opportunità su calcio da fermo per lui: nella prima dà l’illusione ottica del gol alla Nord, nella seconda trova una barriera troppo ravvicinata e pronta a dire no. Il resto della sua gara non è da consegnare agli archivi del calcio.

CHIBSAH 5

Non buona la prova del giocatore ghanese, che fa fatica a trovare le misure nella zona nevralgica del campo e finisce per correre molto spesso a vuoto. A peggiorare le cose la “cintura” a Nainggolan che costa la massima punizione ai canarini. Una serata di scarsa gloria, ma è un’eccezione alla regola di un rendimento costante.

VALZANIA 5,5

Forse troppo preoccupato della fase di contenimento, fornisce un rendimento insufficiente in costruzione, con frequenti errori di misura. Ci mette tenacia e fisico, ma non bastano a salvarlo da una prova sostanzialmente incolore.

MAIELLO NG

Entra per uno scorcio di gara senza fare in tempo ad incidere in alcun modo.

BEGHETTO 6,5

Il più attivo tra i centrocampisti ciociari. Nella ripresa è da lui che parte il tentativo di riscossa, con cross proposti a centro area con buona continuità e non senza qualità. Spinge costantemente, esibendo anche una buona forma fisica.

PINAMONTI 6

Contro… la casa-madre, il talentino in maglia giallazzurra esibisce tanta buona volontà, testimoniata da guizzi che purtroppo per i ciociari non sfociano in concrete occasioni da rete. Tenuto a bada, non senza fatica, dal pacchetto arretrato nerazzurro, si spegne un po’ nella seconda frazione di gara.

DIONISI NG

Sui piedi del “leone” reatino un’opportunità non certo agevole, ma non impossibile: Federico calcia con prontezza, ma senza la necessaria precisione e il pallone finisce alla Nord. Peccato, un suo gol avrebbe acceso di entusiasmo l’intero stadio.

CIOFANI 5,5

Deve fare a sportellate con i “pari-stazza” dell’Inter e ne vien fuori una bella battaglia, dalla quale però l’attaccante abruzzese non riesce ad uscire vincitore. Per sacrificio ed abnegazione assolutamente impeccabile, ma stavolta ha le polveri bagnate.

BARONI 5

Il primo tempo regalato all’Inter non trova spiegazioni agevoli. Nella ripresa la squadra si sveglia e mette alle corde la blasonata avversaria, incrementando le recriminazioni. La distanza tecnica tra le due formazioni è palese, ma proprio per questo una maggiore aggressività sarebbe stata indispensabile.

 

(foto: frosinonecalcio.com)

Giornalista del quotidiano online “TuNews24.it”, è stato Caposervizio dei quotidiani “Ciociaria Oggi” e “Il Quotidiano della Ciociaria” e responsabile delle pagine sportive del quotidiano “La Provincia”.

Condividi la notizia!

Roberto Mercaldo

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it", è stato Caposervizio dei quotidiani "Ciociaria Oggi" e "Il Quotidiano della Ciociaria" e responsabile delle pagine sportive del quotidiano "La Provincia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *