Missione terzo posto per l’Inter: al Frosinone (e allo “Stirpe”) il compito di fermare i nerazzurri

Condividi la notizia!

Terza forza del campionato, l’Inter viene da due risultati utili consecutivi: la vittoria per 0-4 in casa del Genoa nel turno infrasettimanale e il pari del “Meazza” con l’Atalanta di domenica scorsa. Sette le lunghezze che separano la “Beneamata” dal Napoli secondo, mentre è di cinque punti il vantaggio sulle quarte in graduatoria. I 57 punti messi in cascina finora sono frutto di 17 successi e 6 pareggi a fronte di 8 sconfitte. La squadra nerazzurra ha messo a segno 47 reti concedendone appena 25, che la rendono la seconda difesa meno battuta del campionato dopo quella della capolista Juventus.

Mister Luciano Spalletti opterà ancora una volta per il 4-2-3-1 davanti alla porta di Samir Handanovic, che ha ereditato la fascia di capitano dopo la querelle sul rinnovo di Icardi. Al centro del pacchetto arretrato Milan Skriniar sarà affiancato da Stefan de Vrij, al rientro dopo aver smaltito l’infortunio all’adduttore della coscia destra. Panchina, dunque, per il brasiliano Miranda, così come per il connazionale Dalbert e il portoghese Cédric Soares. Sulla corsia mancina, infatti, agirà il ghanese Kwadwo Asamoah, con Danilo D’Ambrosio ad occupare la fascia opposta.

In mediana verso la conferma Roberto Gagliardini, ad affiancarlo ci sarà uno tra Borja Valero e Matías Vecino. Ai box Marcelo Brozovic, che aveva già saltato la gara d’andata per squalifica, a causa di una distrazione muscolare al semitendinoso della coscia destra. Confermati gli esterni offensivi Matteo Politano e Ivan Perisic, con Antonio Candreva e Keita Baldé che si candidano per entrare in corso d’opera. Per il ruolo di trequartista, invece, Radja Nainggolan è in vantaggio sul portoghese João Mário. Il peso dell’attacco sarà sulle spalle di Mauro Icardi, autore finora di 10 gol in 22 partite di campionato. Scalpita per giocare il rientrante Lautaro Martínez, a segno nella gara d’andata terminata 3-0 in favore del “Biscione” grazie anche alla doppietta di Keita.

Nei tre precedenti in Serie A l’Inter è sempre riuscita a portare a casa i tre punti, il Frosinone cercherà perciò di invertire questa tendenza negativa. Confrontando la qualità delle rose sembrerebbe non esserci partita, ma, soprattutto in un momento così delicato della stagione, contano molto anche le motivazioni. I ciociari vanno a caccia di punti salvezza, mentre i lombardi vogliono blindare il terzo posto. A spuntarla sarà la compagine che riuscirà ad abbinare al meglio la componente tecnica con quella emotiva. Di certo il “Benito Stirpe” potrà essere un fattore determinante, sperando di vederlo colorato più di giallo che di nero e azzurro.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it”, con il settimanale “Tu Sport” e con il quindicinale “Alé Frosinone” oltre che con i portali “CalcioMercato.com” e “MondoSportivo.it”, di cui è caporedattore.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *