Frosinone-Parma 3-2, le pagelle dei canarini

Condividi la notizia!

di Roberto Mercaldo

Sospirata, vibrante, sofferta e probabilmente inutile è arrivata la prima vittoria casalinga del Frosinone in stagione. A pagar dazio alle voglie della formazione giallazzurra è stato il Parma di D’Aversa, sconfitto al 102’ su un calcio di rigore concesso e poi ribadito dopo 10 interminabili minuti di Var. Prima, canarini due volte in vantaggio e ducali capaci in entrambi i casi di risalire, rispondendo a Pinamonti e Valzania con Barillà e col solito Ceravolo, vecchio “nemico” dei colori canarini. Ora ai ciociari servirà un miracolo in riva all’Arno per riaprire i giochi di una stagione al momento compromessa. Vediamo come sempre quale contributo hanno fornito alla squadra i giocatori che hanno vestito la maglia giallazzurra nella serata del primo successo casalingo.

SPORTIELLO 6

Incolpevole sulla deviazione ravvicinata di Barillà, non fa miracoli quando deve fronteggiare il tiro dagli undici metri di Ceravolo. Per il resto deve svolgere solo l’ordinaria amministrazione e lo fa con diligenza.

BRIGHENTI 6,5

Ribadisce la buona condizione di forma e non si fa condizionare oltre il lecito da un cartellino arrivato nella fase iniziale del match.

SALAMON 7

Ormai le sue buone prestazioni non fanno più notizia perché rappresentano la regola. Anche contro i ducali il buon Bartosz mostra sicurezza e buona attitudine anche nella fase dell’impostazione, fornendo un eccellente contributo alla causa canarina.


CAPUANO 6

Riprende il suo posto a danno di Ariaudo e gioca con grande grinta, riuscendo a fronteggiare in modo egregio le iniziative degli avanti parmensi. Qualche imperfezione in fase di costruzione.

PAGANINI 6,5

Corre come un matto per tutti i novanta minuti e trova il premio proprio all’ultimo giro di lancette, quando sul suo ennesimo tentativo di arrembaggio Gobbi commette il fatale fallo da rigore. Ci aveva provato in precedenza con un colpo di testa troppo centrale per impensierire Sepe.


SAMMARCO 6,5

Commette un clamoroso errore in occasione del rigore concesso ai ducali, ma per il resto della gara è praticamente perfetto nelle letture di ogni situazione, playmaker illuminato e sapiente. E allora lo slancio eccessivo di un attimo può essergli senz’altro perdonato.

MAIELLO 6

Pur nei pochi minuti di gara concessigli da Baroni, riesce a rendersi utile nelle due fasi, evidenziando tanta buona volontà.

VALZANIA 6,5

Un’autentica perla il suo gol del momentaneo 2-1, nel contesto di una prova puntigliosa e volitiva, con buone giocate e qualche sbavatura imputabile alla relativa esperienza.

CHIBSAH 6

Vedi Maiello. Non accusa il fatto di non essere partito titolare e si getta nella contesa con la consueta esuberanza.

BEGHETTO 6,5

Torna ad essere un punto di riferimento prezioso nel settore di competenza, con tante proficue sgroppate ed un buon numero di cross spediti a centro area a beneficio degli avanti giallazzurri. Quando è meno sollecitato in copertura, dà il meglio di sé, e questa gara ha ribadito il concetto.


CIANO 6,5

Dai suoi piedi buoni nascono sovente insidie per la retroguardia emiliana. Un suo calcio piazzato nel primo tempo dà a tutti l’illusione del gol, ma pochi centimetri in realtà gli negano la prodezza personale.

PINAMONTI 7

Un gol da attaccante rapace, alla “Pippo Inzaghi”, e una prestazione eccellente per continuità e qualità. Punto di riferimento costante per i compagni, gioca con buon profitto un gran numero di palloni.

TROTTA 6

Tanto sacrificio, spesso oscuro, ma non per questo meno prezioso. Assolve il suo compito con grande diligenza, ma non trova lo spunto in zona gol.

CIOFANI 7


Trasformare un calcio di rigore dopo 10 minuti di estenuante attesa, con i parmensi pronti a decuplicare le tensioni generate dalle incertezze del Var, è un merito non trascurabile. Giusto che sia stato lui, il bomber “storico”, a segnare il gol della prima vittoria casalinga del Frosinone.


BARONI 7

Stavolta al tecnico giallazzurro non si può davvero rimproverare alcunché, perché la squadra gioca con grande intensità e vince con merito una sfida che racchiudeva mille insidie di natura psicologica.

(foto frosinonecalcio.com)

Giornalista del quotidiano online “TuNews24.it”, è stato Caposervizio dei quotidiani “Ciociaria Oggi” e “Il Quotidiano della Ciociaria” e responsabile delle pagine sportive del quotidiano “La Provincia”.

Condividi la notizia!

Roberto Mercaldo

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it", è stato Caposervizio dei quotidiani "Ciociaria Oggi" e "Il Quotidiano della Ciociaria" e responsabile delle pagine sportive del quotidiano "La Provincia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *