Frosinone, al conservatorio Refice il masterclass di Steve Lyon

Condividi la notizia!

Una tre giorni da non perdere per gli amanti della musica, quella in programma nel weekend da venerdì 15 a domenica 17 marzo, all’auditorium Daniele Paris (Conservatorio L. Refice di Frosinone) che apre le porte ad un masterclass con uno dei più rinomati sound engineer producer: Steve Lyon.

Steve Lyon, un grande artista

Ingegnere del suono e produttore, Lyon, proveniente da Londra, vanta collaborazioni con Depeche Mode (Violator), i Cure (Wild Mood Swings), Tears For Fears (Sowing The Seeds of Love), Suzerain, e in Italia con Laura Pausini (Primavera in anticipo), Subsonica (Amorematico), 99 Posse (Corto Circuito).

Steve Lyon

Un grande artista della musica pronto ad impartire lezioni, dare suggerimenti e svelare segreti del proprio lavoro nel corso delle tre interessanti giornate, organizzate in collaborazione con Sinergie360 TANK, che si svilupperanno dalle ore 10 alle 17 presso il Conservatorio del capoluogo ciociaro.

Il masterclass è aperto anche agli esterni.
Per info e prenotazioni: 0775-840060.

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *