L’Insieme Ausonia torna alla vittoria tra le mura amiche contro il quotatissimo Pomezia

Condividi la notizia!

INSIEME AUSONIA – POMEZIA 2-1

INSIEME AUSONIA: Calderaro, Branca, Siciliano, Giustini, Di Vito, Pirolozzi, Agrillo, Badu (66’ Natoni), Palumbo (87’ Wade), Zonfrilli (52’ La Manna), Monaco Di Monaco. A disp.: Viola, Nugnes, Gioia, Natoni, Stagno, Corrado, Wade, La Manna, Triolo.
Allenatore: Roberto Gioia
POMEZIA: Pinna, Lo Pinto (45’ Cetrone), Bencivenga, Baylon (87’ Pincheri), Renelli, Morelli, Gambone, De Santis, Gomez (68’ Fusaroli), Di Ventura (28’ Laghigna), Tortora. A disp.: Gori, Pincheri, Ruggiero, Cetrone, De Falco, Di Agostino, Fusaroli, Laghigna.
Allenatore: Cristiano Gagliarducci

Alessio Giustini

ARBITRO: Emanuele Velocci (Frosinone), assistenti Giuseppe Milazzo e Alessandro Conti (Frosinone)
MARCATORI: Giustini (13’), Palumbo (26’), De Santis (73’)
NOTE: Ammoniti Badu per l’Insieme Ausonia, Fuseroli e De Santis per il Pomezia

Torna alla vittoria l’Insieme Ausonia tra le mura amiche di Madonna del Piano contro il quotatissimo Pomezia. Un successo di alto valore strategico per la squadra di patron Anelli, protagonista di un primo tempo da incorniciare. Mister Gioia, reduce da una deludentissima sconfitta a Morolo, serra i ranghi schierando il suo standard 1-4-3-1-2 titolare, con l’unica variante di Di Vito centrale al posto dell’infortunato La Manna. Il Pomezia parte con Laghigna in panchina, classico sistema 1-4-3-3, Gambone mediano di inserimento e Gomez di punta. Partenza a razzo dell’Insieme Ausonia: i continui cambi di gioco da destra verso sinistra e da sinistra verso destra, che coinvolgono Badu, Agrillo, Palumbo, Di Monaco, Zonfrilli e Giustini, disorientano la difesa avversaria, tanto che quest’ultimo su assist di Monaco di Monaco realizza meritatamente il vantaggio al 13’ minuto, con un gran bel tiro al volo. Pomezia stordita, non riesce a organizzarsi, mentre la squadra di casa continua con le sue trame offensive e prima della mezz’ora confeziona un’azione da manuale: dopo un cross dalla sinistra di Giustini, il controllo in area e l’appoggio sul secondo palo di Di Monaco, sottoporta Palumbo realizza il 2 a 0 con un colpo di destrezza e rapidità. Da quel momento Gagliarducci trasforma la propria squadra con una serie di cambi: inserisce Laghigna per rinforzare l’attacco e inizia a spingere i suoi ragazzi avanti. Il Pomezia riprende in mano il possesso palla e la fase offensiva, con il contrappunto di brevi ripartite dell’Insieme Ausonia che comunque impensieriscono la difesa avversaria. La ripresa si apre con il Pomezia decisamente proiettato in avanti e la squadra di Gioia che soffre la forza fisica degli attaccanti romani. Gioia corre ai ripari sostituendo il trequartista Zonfrilli con il terzo centrale La Manna, per raddoppiare le punte romane e chiudere gli spazi. Dopo una serie di occasioni sviluppate soprattutto con calci da fermo, il Pomezia accorcia le distanze al 73esimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo da destra con la marcatura di De Santis di destro, su assist di testa di Laghigna sottomisura. Ultimo quarto d’ora di sofferenza dell’Insieme Ausonia, che deve resistere agli affondi del Pomezia e amministrare il risultato. Degna di nota una pregevole punizione di Gambone, sventata in calcio d’angolo dal portiere Calderaro. Incassato il risultato utile, l’Insieme Ausonia è attesa sul difficile campo della Cavese, che è in cerca di punti salvezza. Nulla di compromesso per il campionarto del Pomezia, che incontrerà nel prossimo turno in casa l’Audace.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *