Serie C Silver – Per la Scuba arriva il Vigna Pia, occorre sfatare il tabù Casaleno

Condividi la notizia!

La Scuba per riprendere il discorso con la vittoria, ma soprattutto per sfatare il tabù Casaleno. Dopo una settimana di pausa la Scuola Basket Frosinone si ripresenta sul parquet di casa per affrontare il Vigna Pia Roma.

I ragazzi di coach Francesco Calcabrina troveranno di fronte una delle formazioni di testa del girone, a completare un inizio campionato che ha visto i frusinati scontrarsi con quattro delle prime cinque della classifica, contando anche il match odierno (sabato) il cui inizio è fissato per le 18.30 al palasport. Il Vigna Pia, infatti, al pari delle Stelle Marine è in vetta al girone A della serie C Silver ed è imbattuta. In testa a otto punti anche il Pontinia che però avendo giocato una partita in più ha anche subito una sconfitta.

Impegno dunque non facile per Rocchi e compagni che cercano il riscatto dopo le due sconfitte rimediate nelle ultime uscite con Fonte Roma e Velletri (in casa). Finora i gialloblu hanno sorriso due volte e sempre lontano da Frosinone. Eppure in questi anni a fare le fortune del quintetto del capoluogo erano state proprie le partite tra le mura amiche (tra palestra Coni, ora chiusa, e Casaleno). E spesso le vittorie erano giunte anche contro le squadre di vertice o comunque contro formazioni più attrezzate e perfino in condizioni di emergenza per via degli infortuni. Un motivo in più per compattarsi e fare fronte comune per mettere in evidenza le proprie caratteristiche migliori e camuffare, al contrario, i propri difetti. La squadra frusinate, costruita attorno a un gruppo di giovani, e in assenza di un centro di ruolo deve fare di necessità virtù e sfruttare il gioco in velocità, il contropiede, la difesa aggressiva per evitare di dover sbattere contro difese schierate che possono far valere chili e centimetri che i frusinati, al momento, non hanno.

Per la giornata odierna, peraltro, i gialloblu dovrebbero aggregare Fasiotti che, proprio vicino a canestro, potrebbe dare una mano con minuti importarti. Assente invece Grazzini.  Molto dipenderà anche dalle percentuali di tiro da fuori e dalla selezione dei tiri. Non sempre, forse a causa di quei peccati di gioventù da limare, i ragazzi di coach Calcabrina sono riusciti a fare le scelte migliori soprattutto sotto pressione quando si trattava di restare in scia agli avversari o di assestare i punti  decisivi per ribaltare le sorti del confronto o condurre in porto la vittoria. Ma tutto ciò rientra anche in quel percorso di crescita del gruppo che, con il prosieguo delle partite, si spera possano fare un ulteriore passo in avanti per inserirsi almeno a ridosso delle formazioni leader del raggruppamento.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *