venerdì 12 Agosto 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAttualitàLazio – Infortuni e malattie professionali. I dati dell’INAIL e lo stato...

Lazio – Infortuni e malattie professionali. I dati dell’INAIL e lo stato dei fatti

Cresce il numero degli infortuni sul lavoro. Dai dati nazionali: il numero degli infortuni al maggio del 2022 è di 323.806 rispetto allo stesso periodo del 2021 di cui era 219.262.

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

INAIL ha pubblicato i dati degli infortuni e malattie professionali di questo anno, da gennaio a maggio 2022, facendo il confronto con lo stesso periodo degli anni precedenti.

Tra gennaio e maggio di questo anno l’INAIL dichiara a livello nazionale che al netto dei contagi da Covid-19 di origine professionale, gli infortuni “tradizionali” denunciati sono aumentati del 20% e i casi mortali di quasi il 10%.

- Pubblicità -

Il presidente Franco Bettoni, ha sottolineato che la ripresa delle attività produttive deve essere in accordo con l’esigenza primaria di garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro richiamando anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, che è sempre stato sensibile alla tematica e ha sempre speso parole di esortazione a rendere il lavoro più sicuro e più dignitoso dove l’obiettivo è azzerare il numero di incidenti e infortuni.

Tema ripreso anche nel giorno di insediamento del suo secondo mandato.

I dati

- Pubblicità -

Dai numeri nazionali il dato degli infortuni al maggio del 2022 è di 323.806 rispetto allo stesso periodo del 2021 di cui era 219.262, le denunce con esito mortale sono 364 contro alle 434 del 2021 stesso periodo.

Nel Coordinamento tenutosi tra la segreteria regionale della UGL Lazio e l’associazione ALIS sono stati analizzati anche i dati riguardando il Lazio. Andando ad analizzare i dati delle tabelle open data della Regione Lazio, registriamo 25.266 infortuni rispetto ai 15.180 dello stesso periodo maggio 2021 dei quali 37 con esito contro i 42 dello stesso periodo.

- Pubblicità -

Esaminando le singole province registriamo i seguenti dati a Frosinone 1.363 di cui 8 con esito mortale, a Latina 2.420 di cui 8 con esito mortale, Rieti 665 di cui 0 con esito mortale, Roma 19.521 di cui 21 e Viterbo 1.297 di cui 0 con esito mortale.

Se consideriamo gli infortuni in itinere registriamo con mezzo di trasporto 1.611 e senza mezzo di trasporto 2.046 per un totale di 3.657.

Delle malattie professionali registrate nel Lazio in totale a maggio 2022 sono 1.814 che se le analizziamo per singola provincia abbiamo Frosinone 532, Latina 317, Rieti 193, Roma 630 e Viterbo 142.

Purtroppo questi sono dati parziali in quanto dalla pubblicazione INAIL di maggio abbiamo già rilevato altri tristi aggiornamenti.

Il commento del Segretario Regionale UGL, Armando Valiani e del Presidente dell’Associazione ALIS Associazione Lavoratori Italiani per la Sicurezza, Wladymiro Wysocki

I responsabili Armando Valiani, Segretario Regionale UGL e il Presidente dell’Associazione ALIS Associazione Lavoratori Italiani per la Sicurezza, Wladymiro Wysocki hanno osservato i dati ed evidenziano un elemento importante in merito alla crescita delle malattie professionali dovute in parte anche al numero di denunce di infortunio da Covid-19 e in parte alla crescita degli infortuni “tradizionali”.

«Come possiamo vedere – spiegano Valiani e Wysocki – e come evidenzia INAIL le morti sul lavoro sono ridotte ma è un dato causato dall’effetto dei contagi e delle restrizioni Covid-19, quindi un dato che non ci incoraggia, poiché se analizziamo i dati con il contesto sociale in realtà i dati di infortunio mortale sono saliti del 10%. Certamente con maggiori azioni correttive a fianco dei lavoratori e delle aziende inoltre possiamo dare un maggiore contributo e sicuramente con una politica attiva volta alla cultura della sicurezza che parte da una formazione e un addestramento specifico sensibilizzando il mondo della scuola, futuri lavoratori, imprenditori ed il mondo datoriale».

- Pubblicità -
Monica D'Annibalehttps://www.tunews24.it
Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24