Serie B – Charpentier allo scadere salva il Frosinone: 2-2 con il Pordenone

Condividi la notizia!

Il Frosinone spreca l’occasione per agganciare il terzo posto, con il Pordenone fanalino di coda termina 2-2. I giallazzurri vanno sotto per due volte ma riescono a riacciuffare il pareggio grazie alla doppietta di Charpentier.

Gara bloccata per tutta la prima frazione, con i ramarri che tengono bene il campo al cospetto dei padroni di casa. Il “Leone” ha una doppia chance al 36′ con Boloca che si vede ribattere i suoi tentativi prima da Perri e poi dal portiere Perisan. La squadra di Tedino riesce a mettere la freccia in avvio di ripresa grazie all’imperioso stacco aereo di Barison su angolo dalla sinistra di Folorunsho. Al 55′ mister Grosso ridisegna il Frosinone inserendo Charpentier, Cicerelli e Tribuzzi al posto dei deludenti Novakovich, Canotto e Lulic. Quattro minuti dopo gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione di El Kaouakibi e, dalla punizione che ne consegue, Cicerelli centra la traversa con la sfera che sembra varcare la linea di porta prima di prendere nuovamente il legno. Esplode lo “Stirpe”, ma l’arbitro Rapuano fa continuare il gioco visto che la goal-line camera, introdotta quest’anno in Serie B, non segnala la rete. Questione veramente di millimetri. Al minuto 73 arriva il pareggio ciociaro con Charpentier che con il destro batte Perisan su un ottimo spunto di Tribuzzi. Cresce la pressione frusinate ma a tre minuti dal novantesimo un errore di Szyminski spalanca la porta al neoentrato Cambiaghi che aggira Ravaglia e insacca. Il Frosinone prova il tutto per tutto per riprendere la partita e al minuto 95 una punizione dalla sinistra ben calciata da Ciano viene impattata alla perfezione di testa da Charpentier che sigla così il suo sesto gol in campionato.

FROSINONE-PORDENONE 2-2

Frosinone (4-3-3): Ravaglia; Casasola (85′ Manzari), Gatti, Szyminski, Zampano; Boloca, Maiello, Lulic (55′ Cicerelli); Canotto (55′ Tribuzzi), Novakovich (55′ Charpentier), Garritano (64′ Ciano). A disp.: De Lucia, Minelli, Gori, Haoudi, Zerbin, Cotali, Ricci. All.: Grosso.

Pordenone (4-3-3): Perisan; El Kaouakibi, Camporese, Barison, Perri (77′ Bassoli); Magnino, Pasa, Pinato (77′ Petriccione); Folorunsho (90’+3′ Stefani), Butic (64′ Zammarini), Pellegrini (64′ Cambiaghi). A disp.: Bindi, Fasolino, Ciciretti, Onisa, Secli, Chrzanowski, Sylla. All.: Tedino.

Arbitro: Rapuano di Rimini; Assistenti: Mokhtar di Lecco e Moro di Schio. Quarto ufficiale: Catanoso di Reggio Calabria; Var: Valeri di Roma 2; Avar: Scarpa di Collegno.

Marcatori: 48′ Barison (P), 74′ Charpentier (F), 87′ Cambiaghi (P), 90’+5′ Charpentier (F).

Note: 4.609 spettatori (20 ospiti). Ammoniti: Lulic, Garritano, Maiello, Ciano, Charpentier (F); El Kaouakibi, Zammarini, Perisan, Magnino (P). Espulso: 60′ El Kaouakibi (P) per doppia ammonizione. Recuperi: 1′ pt, 6′ st.

Foto: Frosinone Calcio.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.