Verso Cosenza-Frosinone: il punto sui lupi della Sila

Condividi la notizia!

L’avvio di stagione del Cosenza è andato al di là di ogni più rosea aspettativa. I lupi della Sila hanno infatti messo a referto tre vittorie e un pareggio a fronte di tre sconfitte. Dieci punti in classifica per Corsi e compagni che, al “San Vito-Gigi Marulla”, hanno centrato tre successi in altrettanti match. In Serie B soltanto l’Ascoli è riuscito a fare altrettanto bene, avendo fatto quattro su quattro al “Del Duca”.

Non era affatto scontata una partenza così buona visto che soltanto il 3 agosto è arrivata l’ufficialità della riammissione dei calabresi in cadetteria al posto del ChievoVerona. La società rossoblù si è così ritrovata a dover allestire in breve tempo un organico all’altezza della seconda divisione nazionale. Ironia della sorte a guidare la squadra è stato chiamato Marco Zaffaroni che, a inizio estate, era stato ingaggiato proprio dal Chievo, salvo poi ritrovarsi senza squadra una volta esclusa la compagine gialloblù.

Il tecnico classe ’69 ha avuto modo di lavorare in ritiro con gli attuali canarini Cotali, Canotto e Garritano. Questo aspetto può costituire un vantaggio per i silani che tra le loro fila vantano anche due recenti ex giallazzurri: il centrocampista Carraro e l’attaccante Millico. A proposito di ex, non si può non citare Mauro Vigorito, protagonista della seconda promozione del Frosinone in Serie A. Il portiere sardo ha accusato di recente un problema al ginocchio destro, ma dovrebbe stringere i denti ed esserci contro i frusinati. In caso contrario, è pronto a sostituirlo Umberto Saracco vista la contemporanea indisponibilità del lungodegente Mattia Del Favero.

Nel 3-5-2 di mister Zaffaroni il terzetto difensivo sarà composto da Andrea Tiritiello, Michele Rigione e Roberto Pirrello. Out per infortunio il finlandese Sauli Väisänen. Sulla corsia destra di centrocampo spazio al croato Mario Situm, mentre a sinistra il capitano Angelo Corsi, originario di Supino, è favorito sul francese classe ‘99 Sanasi Sy. Il terzetto mediano sarà formato da Marco Carraro, Luca Palmiero e da uno tra Reda Boultam e Alberto Gerbo. Da valutare, invece, le condizioni del classe 2001 Steeve-Mike Eyango. Il reparto avanzato sarà guidato da Gabriele Gori, arrivato in prestito dalla Fiorentina e autore finora di tre gol in campionato. Al suo fianco ci sarà il giovane scuola Genoa Giuseppe Caso. Non saranno della sfida Luca Pandolfi e l’ex canarino Vincenzo Millico, alle prese con uno stiramento di primo grado al flessore della coscia destra che lo costringerà ai box fino a inizio novembre.

Negli ultimi due confronti in Calabria il Frosinone ha centrato l’en plein di vittorie. Ripetersi non sarà affatto semplice anche considerando il fattore ambientale che finora ha fruttato nove punti ai rossoblù. Starà a mister Grosso motivare al meglio i suoi, con l’obiettivo di riscattare il primo ko stagionale in casa contro il Cittadella.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.