Verso Frosinone-Cittadella: il punto sui granata di Gorini

Condividi la notizia!

Edoardo Gorini ha raccolto la pesante eredità di Roberto Venturato sulla panchina del Cittadella. Il tecnico classe ’74 era entrato nello staff di Claudio Foscarini nel luglio 2013 come collaboratore, divenendo l’anno seguente allenatore in seconda. Dal 2015, invece, ha affiancato Venturato sulla panchina granata. Quando a fine giugno l’italo-australiano ha rassegnato le dimissioni dopo la sconfitta in finale play-off contro il Venezia, il club veneto ha promosso Gorini con l’obiettivo di dare continuità ad un percorso che ha visto il “Citta” arrivare per cinque volte di fila agli spareggi promozione.

Il nuovo tecnico ha confermato il 4-3-1-2 che ha dato tante soddisfazioni nel corso dell’ultimo lustro. Nel match di domani con il Frosinone il Cittadella schiererà tra i pali l’albanese Elhan Kastrati, che si è imposto titolare a discapito di Luca Maniero. Sulla corsia destra di difesa agirà Tommaso Cassandro, mentre a sinistra Daniele Donnarumma appare in vantaggio su Amedeo Benedetti. A far coppia con Davide Adorni al centro sarà uno tra l’esperto Romano Perticone e il classe ’96 Domenico Frare. In cabina di regia, dopo il ritiro dello storico capitano Manuel Iori, si stanno alternando Nicola Pavan e Christian D’Urso, impiegabile anche nel ruolo di trequartista. Le mezzali invece saranno Simone Branca e Alessio Vita.

Sulla trequarti mister Gorini ha provato sia Mirko Antonucci, arrivato dalla Roma dopo la scorsa stagione divisa tra i portoghesi del Vitória Setúbal e la Salernitana, sia Enrico Baldini, autore già di due reti in queste prime giornate di campionato. A spuntarla dovrebbe essere proprio il calciatore arrivato a gennaio dal Fano che, all’occorrenza, può giocare anche sulla linea degli attaccanti. Il peso dell’attacco ricadrà sul nigeriano Orji Okwonkwo, a segno in quattro occasioni finora, che in questo primo scorcio di stagione ha fatto intravedere grandi qualità. Il calciatore di proprietà del Bologna farà coppia con uno tra l’ex Lazio Mamadou Tounkara e il classe ’99 Camillo Tavernelli.

Il Cittadella si presenta allo “Stirpe” dopo due sconfitte di fila incassate al cospetto di Benevento e Lecce. I granata hanno raccolto nove punti, frutto di tre successi arrivati nelle sfide interne contro Vicenza, Crotone e Pordenone. Fuori casa, invece, il “Citta” è ancora a secco di punti e proverà a rifarsi contro un Frosinone che, dal canto suo, è determinato a togliere lo “zero” dalla casella delle vittorie casalinghe.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.