Premio Veroli – Questa sera la terza edizione

Condividi la notizia!

Otto premiazioni a verolani deceduti e che hanno scritto un capitolo della storia di Veroli. Due invece saranno i premi extra. Tra gli ospiti il coreografo Gaetano Castelli, Gianmarco Carroccia (l’erede di Battisti) e Martufello, presenterà l’evento Aurora Folcarelli


Questa sera piazza Santa Salome con l’attiguo belvedere si illuminerà d’immenso. E’ vero che sarà un momento di ricordi, un revival di gente che fu e che ha lasciato grandi testimonianze di una vita vissuta all’insegna della cultura, della imprenditoria, della religione e financo dell’oro bianco scaturito dalle rigonfie mammelle che rinvigorivano le deboli fibre dei virgulti ‘nobili’.
Sì, questa sera sarà festa che si è voluta inserire all’interno del palinsesto di una estate strana, quasi snervante seppur ricca di eventi ed appuntamenti insperati nel tempo maledetto della pandemia.
Sarà festa che Veroli propone per la terza volta in una location con una scenografia naturale che raccoglierà solamente una parte di quanti avrebbero voluto essere presenti, ma che la normativa antiCovid ne ha limitato e frenato l’afflusso che forse la manifestazione richiedeva. Ma proprio da oggi entra in vigore l’obbligo di certificazione per accedere a molte attività. E così il Green pass diventa obbligatorio e tocca da vicino anche il Premio Veroli alla memoria.


L’organizzazione dell’associazione culturale Verevent Promotion ha per questo dovuto attenersi a tali disposizioni, per cui chi non ha il Green pass non potrà oltrepassare il varco che delimita Piazza Palestrina con Santa Salome, dove due vigilantes ne controlleranno la regolarità per lo svolgimento dello spettacolo che è nel ‘libretto’ serale. Otto premiazioni a verolani deceduti e che hanno scritto un capitolo della storia di Veroli. Due invece saranno le pergamene che verranno consegnate a parenti di personaggi non verolani ma che con la cittadina ernica hanno avuto a che fare.


Eppoi una sfilata doc della Free Smile con le ragazze che indosseranno anche gli occhiali della Ottica di Veroli di Paola Federico insieme a giovincelli e quattro modelli/e bambini. Il tutto condito dalla presentazione come sempre di alta professionalità della giornalista di Teleuniverso, Aurora Folcarelli. Sarà lei a dirigere l’orchestra degli attori protagonisti della serata. Serata che sarà allietata dalle note delle canzoni di Lucio Battisti proposte da Gianmarco Carroccia considerato il vero erede del musicista cantante che con il poeta Mogol ha fatto la storia della musica che conta della Italia degli anni passati. E poi quasi per una coincidenza da Sezze arriva Martufello, l’uomo della barzelletta che scrisse ‘Di più, nin zo’
Il padrone di casa ovviamente sarà il sindaco Simone Cretaro che avrà al suo fianco quasi la Giunta al completo annunciando probabilmente il tour over previsto tra Andrea Iaboni con Alessandra Cretaro. Molte le autorità presenti tra cui sarà ospite anche la direttrice generale della ASL di Frosinone dottoressa Pierpaola D’Alessando e diversi imprenditori della nostra terra. La ripresa dell’evento è stata affidata alle telecamere di Teleuniverso la cui numerosa troupe sarà diretta dal regista Danilo Costanzo. Ovviamente sarà in prima fila anche l’editore della più seguita TV del Lazio, Tonino Magnapera. La manifestazione verrà poi irradiata diverse volte sulle frequenze di Teleuniverso.

Otto sono verolani doc che hanno scritto durante la loro vita un caratteristico libretto della loro storia arricchendo così il già blasonato mosaico della nostra città. E poi due invece che pur se non verolani saranno ricordati per ciò che hanno lasciato a testimonianza delle loro idee un grande esempio, anch’esse foriere di gesta che vanno ricordate. I due sono Mario Coratti, già ideatore ed inventore dei Fasti Verulani che volle a Veroli con i suoi amici Guglielmo Bartoli e Luciano D’Arpino diventando eventi unici della cultura della nostra terra. Daniele Nardi che a Veroli aveva tanti amici saranno proprio loro a ricordarlo venerdì sera con mamma Concetta che sarà presente con una dozzina di amici che arriveranno da Sezze, la patria dell’alpinista tragicamente disperso sul Nanga Parbat dell’Everest. Dei verolani, in ordine alfabetico, Armando Anania, musicista, Luigi Bracaglia, commerciante, Carolina Cerelli, balia; Dom Nivardo Buttarazzi , abate di Casamari, Don Checco Mancini, rettore Basilica Santa Salome, Elio Pigliacelli, imprenditore, Calogero Sciandrone, professore e Giuseppe Trulli, professore e storico.


A preparare le ragazze c’è la parrucchiera Claudia Quattrociocchi con il suo staff di Fuori di testa, mentre i fiori sono dell’Arte del fiore. Le fotografie saranno a cura dello studio Riccardo di Casamari.
Va ricordato che all’inizio, non sarà più una sorpresa, verrà proiettato in anteprima per circa 5 minuti un cortometraggio Chiara Castelli e Manuel Bellucci dello studio dello scenografo Gaetanto Castelli hanno realizzato a Veroli. Lo stesso Castelli sarà presente alla serata e potrebbe dare una sorta di anteprima con una grandissima altra sorpresa.

Il video è stato possibile grazie alla famosa impresa della Clean System di Luisa Magnante che è sempre attenta alla cultura che parla di Veroli. La stessa ha curato anche l’acquisto della moquette che verrà utilizzata per la sfilata. I posti. Ebbene non abbiamo potuto che esaudire solamente duecento amici. Le richieste sono state il triplo. La normativa attuale sulla legge antiCovid ci impone delle regole che vanno rispettate. Tant’è che prima di entrare nella location chi ha l’invito dovrà anche presentarsi con l’avvenuto rilascio del GREEN PASS altrimenti gli verrà vietato l’ingresso. Ci saranno vigilantes che gestiranno l’unica entrata da piazza Palestrina per garantiranno la regolarità della organizzazione. Organizzazione che quest’anno vedrà al fianco del nostro collega Egidio Cerelli ideatore del Premio Veroli alla memoria anche i soci della Associazione culturale Verevent, Roberto Magnante, Pierluigi Renzi e Caterina Oddi.

Il saluto del sindaco Simone Cretaro e della consigliera delegata alla cultura Francesca Cerquozzi

La Città di Veroli, con il “Premio alla Memoria”, esprime un doveroso riconoscimento ai suoi cittadini che si sono contraddistinti per impegno, passione, professionalità, altruismo ed altre capacità, nei settori di impiego e professione o in attività di volontariato che li hanno visti protagonisti durante il relativo percorso di vita. Un Premio, quindi, dall’indubbio valore umano che conferma la forte simbiosi tra la nostra Città ed i suoi amati cittadini. Un legame sentito, indissolubile nel tempo, che grazie alla memoria appunto, viene portato alla ribalta nel corso di una serata interamente dedicata a persone che hanno contribuito a scrivere pagine importanti della storia di Veroli.
Il “Premio alla Memoria” è giunto alla terza edizione e quest’anno, causa l’elevato livello di pandemia da Covid durante la naturale ricorrenza invernale, è stato inserito nel cartellone di Veroli Estate 2021. L’obiettivo è, infatti, anche quello di continuare a valorizzare lo straordinario patrimonio storico, artistico, archeologico e paesaggistico del nostro bellissimo ed accogliente centro storico, ponendo al centro dell’attenzione i suoi stessi Protagonisti.
Buona serata a tutti!

Dunque appuntamento per questa sera alle ore 21 e nei giorni successivi oltre ai TG, Teleuniverso manderà in onda tutta la serata. Chi non possiede l’invito non potrà entrare. Un ringraziamento alla CRI ed alla Protezione civile di Veroli.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE