Frosinone, Scalo: dopo la piazza, in appalto la nuova stazione ferroviaria

Condividi la notizia!

Prosegue l’articolato progetto di riqualificazione e sicurezza urbana dello Scalo di Frosinone, attraverso la partnership tra l’ente municipale e le Ferrovie dello Stato. L’Amministrazione Ottaviani aveva infatti pubblicato, nelle scorse settimane, la gara relativa all’esecuzione dei lavori sulla piazza e sulle aree esterne, comprensivi di arredo urbano, aree verdi e di retroilluminazione da terra.

Interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione della stazione ferroviaria

Il 30 giugno, invece, Rete Ferroviaria Italiana ha diffuso, sul proprio sito, la procedura di affidamento dei lavori di progettazione esecutiva e realizzazione della riqualificazione e rifunzionalizzazione del complesso della stazione di Frosinone (Fabbricato Viaggiatori, aree tecniche, marciapiedi e nuovo sovrappasso), con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

La scadenza di presentazione delle offerte è fissata alle ore 12 del giorno 10/09/2021. Il valore stimato dell’appalto, esclusi oneri fiscali, è di € 14.495.762,86 per lavori, soggetti a ribasso; di € 543.930,34, per progettazione esecutiva, soggetta a ribasso; di € 457.384,83, per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. Il valore complessivo dell’appalto è di € 15.497.077,60. Per quanto riguarda i Sistemi di qualificazione adottati, l’importo è pari ad € 7.344.503,30.

Il progetto

L’Amministrazione Ottaviani ha indicato, infatti, quale intervento cardine del progetto per la Riqualificazione Urbana e la Sicurezza delle Periferie (per il quale è risultato assegnatario di un finanziamento di complessivi € 17.995.818,81, a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione) quello inerente alla riqualificazione di piazzale Kambo. A ciò si aggiunga il concomitante investimento di Rete Ferroviaria Italiana, per la riqualificazione degli edifici di proprietà e la realizzazione di un sovrappasso pedonale al fine di incentivare l’utilizzo dei mezzi su ferro.

Il Comune, così, ha di fatto concretizzato la possibilità di operare la ricucitura di due aree strategiche del Capoluogo attualmente separate dall’infrastruttura ferroviaria. In riferimento agli interventi finanziati per il Quartiere Scalo, la riqualificazione e messa in sicurezza dell’area Stazione prevedono la pedonalizzazione dell’intera superficie antistante l’edificio viaggiatori mediante l’eliminazione della viabilità di transito che attualmente separa lo stesso dalla piazza, e la rivisitazione dell’intero sistema di viabilità dell’area, con una serie di interventi e realizzazione di infrastrutture in tutta la zona.

In questo modo, si sta dando attuazione al protocollo d’intesa firmato il 28 giugno 2019, alla Villa comunale, per l’ammodernamento e riqualificazione dell’infrastruttura ferroviaria. Ed è anche grazie a quell’investimento complessivo di circa 30 milioni di euro, tra Comune e FS, per il nuovo assetto della stazione e del quartiere, che le Ferrovie dello Stato hanno deciso di utilizzare la nuova rivisitazione urbanistica dello Scalo e della stazione, per far fermare i treni superveloci nel capoluogo, con il Frecciarossa che ha inaugurato il nuovo corso del trasporto il 14 giugno 2020.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".