Veroli – INI Città Bianca… raddoppia

Condividi la notizia!

Coronavirus: la struttura verolana all’avanguardia nella campagna vaccinale. Dal due maggio non solo da lunedì al sabato, ma sarà operativa anche di domenica


di Egidio Cerelli

Ini Città Bianca con sede operativa in quel di Foiano a Veroli, raddoppia con l’IVA al 22%. E sì perché oltre alla normale vaccinazione (200 al giorno) da qualche settimana sta provvedendo alla somministrazione della seconda dose di vaccino intorno alle duecento unità. La battuta sull’IVA si riferisce invece alla possibilità arrivata dalla ASL di poter aggiungere ai duecento pazienti della prima inoculazione del vaccino altri ventidue vaccini quotidiani. Dunque una campagna vaccinale che vede 222 vaccini come primo appuntamento con il paziente ed altrettanti per la seconda fase. Possiamo aggiungere che sia il direttore sanitario dottor Eleuterio D’Ambrosio che il referente alle vaccinazioni dottor Pietro Valente stanno operando in modo eccezionale in una Clinica che è diventata ormai una vera e propria Eccellenza della Sanità regionale.

Funzionale anche la domenica

“Possiamo confermare- ci hanno detto i due dirigenti sanitari- che da domenica 2 maggio INI città Bianca opererà anche di domenica. Prima era dal lunedì al sabato ed oggi anche la domenica”.
Quando si dice che il personale offre tutta la disponibilità per un servizio alla comunità. E tutto questo grazie alla managerialità della famiglia Faroni che ha una lungimirante mentalità gestionale difficile da riscontrare in qualche struttura pubblica. Lo stesso personale che opera presso INI Città Bianca viene spesso nominato sui social per il modo gentile e professionale con cui opera all’interno. Soprattutto con la gestione Covid e servizi collaterali necessari per venire incontro alle esigenze dei pazienti che arrivano presso la clinica.

Layout predisposte per il servizio di grande efficienza


Tra l’altro le layout che si notano nella gestione della campagna vaccinale sono di un livello pratico per cui tu arrivi, rimani in sosta nella prima sala di attesa per essere sottoposto immediatamente a test medico con visita, per poi sederti su una poltrona dove due sorridenti e gentilissime infermiere ti ‘distraggono’ e non ti accorgi che in un minuto la inoculazione del siero miracoloso è avvenuta. Ancora un quarto d’ora di ‘riposo’ in un’altra sala e quindi poi recarti nel vicino Bar dove puoi usufruire di uno sconto del 20% per la consumazione.
Ve lo garantisce, tra l’altro, chi vi scrive, che è stato accolto quasi con i guanti e con tanta gentilezza sia nella prima che nella seconda fase della vaccinazione. Un po’ di riposo ‘coatto’ e quindi di nuovo a scrivere.

Che cosa fare per prenotarsi


Va detto che sino alla fine di maggio i posti sono tutti occupati, ma se necessario, la struttura è talmente funzionante che non necessita di essere rivista e corretta per cui di certo si andrà avanti.
Un’ultima informazione riguarda i cittadini che hanno diritto per i requisiti richiesti a poter prenotare l’appuntamento nella struttura verolana dell’INI Città Bianca. Lo si può fare attraverso il portale della Regione Lazio nella sezione “Prenota vaccino Covid 19” oppure tramite “Salute Lazio” tutti i giorni ed a qualsiasi orario. Una volta avuta la conferma di poter essere vaccinati presso la Clinica di Veroli ci si può presentare qualche minuto prima dell’orario dell’appuntamento, muniti di promemoria della prenotazione, tessera sanitaria, e documento d’identità per aver garantito il servizio antiCovid. Ricordiamo che il vaccino somministrato sinora è Pfizer. Non va dimenticato l’attiguo poliambulatorio.


INI Città Bianca clinica di riabilitazione

Ecco perchè va ricordato che INI Città Bianca è una clinica di riabilitazione dove esiste prevenzione cura e assistenza e dove, come ha sempre detto e ripetuto il dottor Carmine Romaniello, Risk manager del gruppo INI Città Bianca… ”Il Poliambulatorio è una struttura completamente autonoma e distaccata dall’area ricoveri. Anzi dobbiamo aggiungere che a Città Bianca è possibile effettuare i tamponi antigenici rapidi per Covid ed anche i tamponi molecolari. E ciò perché abbiamo allestito un’area esterna per l’effettuazione del tampone al fine di garantire la piena sicurezza a tutti i pazienti”.


C’è di più. “Le varie specialistiche e servizi erogati all’interno del Poliambulatorio permettono, tra l’altro, una presa in carico globale del paziente che vi accede. Dalla prevenzione alla cura, alla riabilitazione, attraverso un moderno modello di fidelizzazione del paziente- aggiunge il dottor Romaniello-. La completa assistenza al paziente si rende ancor più evidente quando, in fase post operatoria, la visita di controllo, la rimozione punti, il percorso riabilitativo, sono programmate di prassi dal personale accettazione e garantite senza alcuna attesa. In questo contesto è di grande rilievo la riabilitazione neuromotoria (sinergy matt) anche tramite l’innovativo macchinario “imoove” di fondamentale importanza”.

Grande infine il supporto del direttore amministrativo dottor Claudio Natale e se permettete un saluto al fondatore dottor Delfo Galileo Faroni ed alla sua famiglia sempre in prima fila in fatto di strutture sanitarie importanti.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.