GROSSI E TAMBURRINI: ANCORA QUALCHE GIORNO PER I PRIVATI CHE VOGLIONO FAR PARTE DELLA DMO DEL LAZIO MERIDIONALE

Condividi la notizia!

Scade lunedì l’avviso pubblico  finalizzato ad individuare i partner privati che vogliano entrare a far parte della D.M.O. del Lazio Meridionale che avrà come obiettivo la promozione dei due ambiti territoriali individuati dall’avviso pubblico. Il Litorale Laziale e la Ciociaria, assumendo all’interno dell’associazione un ruolo proattivo e compartecipando economicamente alla sua costituzione. Come ha annunciato in settimana il direttore del Parco Monti Aurunci Giorgio De Marchis i soggetti interessati, quindi, sono invitati a presentare la manifestazione di interesse entro e non oltre le ore 20 del 19 aprile 2021.

Il lavoro del Comune

«Il Comune di Cassino sta lavorando alacremente per questo progetto di DMO’ – raccontano gli assessori Danilo Grossi alla Cultura e Maria Concetta Tamburrini al Turismo – perché riteniamo che tutto il Lazio Meridionale, da Cassino fino al mare sia un territorio molto legato ed unito da una storia antica e recente. E su questo fronte su potrà fare un lavoro fondamentale per lo sviluppo futuro del turismo. E siamo contenti che il Parco naturale dei Monti Aurunci abbia accettato di essere capofila di questo progetto che coinvolge anche tutti i comuni del litorale». 

Un raggruppamento informale nel sud del Lazio  – dal litorale pontino fino all’entroterra della Ciociaria – di Enti pubblici  per collaborare al rilancio del turismo.  La decisione ha preso forma lo scorso 22 marzo con la deliberazione 13, comprendendo  in primis il Parco Naturale dei Monti Aurunci – che si è proposto anche di rappresentare il raggruppamento –Parco Regionale Riviera di Ulisse, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Comune di Cassino, Comune di Minturno, Comune di Gaeta, Comune di Castelforte, Comune di Santi Cosma e Damiano, Comune di Spigno Saturnia, Comune di Itri, Comune di Pontecorvo, Comune di Sant’Elia Fiumerapido.

Valorizzare il territorio

«L’iniziativa – come spiega una nota del Parco naturale dei Monti Aurunci –  muove i passi dall’avviso pubblico della Regione Lazio con il quale ci sarà l’attuazione degli interventi a sostegno delle destinazioni turistiche del Lazio. Con detto avviso la Regione, infatti, intende sostenere il proprio territorio per valorizzare le eccellenze presenti nei più importanti segmenti turistici penalizzato dall’emergenza Covid 19».

Obiettivo dell’associazione è la costituzione di una Destination Management Organization (D.M.O.), ovvero un organismo di natura pubblico con la partecipazione dei privata, responsabile del management e del marketing di una determinata destinazione turistica mediante la gestione coordinata di tutti gli elementi che la compongono.

Condividi la notizia!