Anagni – Il Servizio Civile in città è realtà: finanziati due progetti dell’Amministrazione Comunale

Condividi la notizia!

I progetti presentati dall’Amministrazione Comunale di Anagni per il Servizio Civile sono stati finanziati e per il 2021 ben 14 volontari tra i 18 ed i 28 anni potranno trovare impiego presso strutture pubbliche comunali d’utilità culturale e sociale.

Presto 14 giovani volontari potranno prendere servizio per i progetti “Tra le Righe” ed “Anagni Solidale”

In particolare sono stati approvati e finanziati i progetti “Tra le righe” ed “Anagni Solidale”: il programma di “Tra le righe” è quello della promozione e valorizzazione del territorio anagnino con la disponibilità di 10 posti da volontario presso la Biblioteca Comunale e la Pro Loco della città dei papi; il programma di “Anagni Solidale” è quello dell’assistenza ai disabili con la disponibilità di 4 posti da volontario al Centro Diurno Comunale “Ivan Roiati”.

Le parole del consigliere subdelegato alle Politiche Giovanili, Davide Salvati

Il consigliere subdelegato a Bandi e Finanziamenti e Politiche Giovanili Davide Salvati dichiara: «Questa è una grande vittoria per l’Amministrazione del sindaco Daniele Natalia che nel Servizio Civile ha sempre creduto e per tutti i giovani della nostra città. Fin dall’insediamento della nostra Amministrazione nel 2018 ho lavorato per accreditare Anagni quale “Ente di Servizio Civile Universale”, una procedura lunga due anni che ci ha permesso, nel 2020, di entrare finalmente a far parte della comunità nazionale del volontariato giovanile dopo che, per anni, Anagni era stata “maglia nera” della Provincia di Frosinone e del Lazio per essere uno dei pochissimi grandi comuni a non garantire ai propri giovani la possibilità di svolgere il Servizio Civile. Grazie all’approvazione dei nostri progetti da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, daremo impiego a 14 giovani volontari, che dovranno presentare domanda ai competenti uffici comunali, nel campo della cultura e del sociale. Il Servizio Civile ad Anagni svolgerà una funzione attiva sia per quel che riguarda il sostegno agli operatori specializzati presso il Centro Diurno Comunale “Ivan Roiati”, sia di promozione culturale e turistica presso la Biblioteca “A. Labriola” e la Pro Loco cittadina. L’impegno sul campo è il modo migliore per dimostrare che la gioventù vuole essere parte integrante del corpo sociale e che sa prendersi delle responsabilità importanti. Un ringraziamento dovuto va a quanti, dentro e fuori dal Comune, hanno lavorato nel corso di questi anni al progetto del Servizio Civile Universale di Anagni».

Il sindaco Daniele Natalia: «È una vittoria per la città»

Anche il sindaco Daniele Natalia esprime soddisfazione e dichiara: «Per noi aver portato il Servizio Civile Universale ad Anagni è una vittoria e dimostra il grande lavoro fatto sulle Politiche Giovanili dal consigliere Salvati per questo settore che è di fondamentale importanza e non una “delega vuota”. Lo dico non a fronte delle critiche pretestuose che ci sono state mosse dalla minoranza senza neanche aspettare i risultati definitivi e senza conoscere a fondo i meccanismi che regolano l’approvazione dei progetti per il Servizio Civile, ma perché auspico che una rinnovata stagione di collaborazione tra Istituzioni, mondo del lavoro e giovani generazioni nel nome del volontariato possa essere considerata un beneficio e fatta propria da tutta la città, oltre i colori politici. I servizi sociali e quelli culturali sono quelli che, nell’ambito del terzo settore, meritano di essere valorizzati e necessitano di “menti e braccia” per proseguire la loro opera; è per questo che al momento di presentare i progetti optammo per il Centro Diurno Comunale, per la Biblioteca Comunale e per la Pro Loco quali baricentri dell’azione del Servizio Civile nella nostra città. Servizio Civile significa anche promozione della città e dei suoi servizi, delle sue bellezze e del suo senso di solidarietà, nel nome di una cultura che si fa “sociale” perché fatta di impegno attivo».

A breve termine verranno pubblicati modalità ed atti per fare domanda ed accedere al Servizio Civile.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".