Ferentino, controlli sul reddito di cittadinanza: tre denunce per truffa

Condividi la notizia!

I Carabinieri della Stazione di Ferentino, al termine di una serrata attività d’indagine, hanno denunciato tre persone.

Nel mirino degli uomini dell’ Arma: un 45enne, un 66enne ed una 33enne, tutti residenti a Ferentino, accusati di  truffa ai danni dello Stato e per violazione della Legge 26/2019, norma che ha istituito il cosiddetto “reddito di cittadinanza. 

L’indagine

I carabinieri hanno attivato controlli ispettivi vagliando la posizione anagrafica dei singoli richiedenti che sono stati individuati per poi estendere i controlli al rispettivo  nucleo familiare.  Le attività preliminari di osservazione e controllo, l’interrogazione delle banche dati anagrafiche ed INPS, nonchè le successive acquisizioni documentali, hanno consentito di cristallizzare in maniera compiuta le condotte delittuose poste in essere dai tre già censiti per reati contro il patrimonio e la persona ed avvisati orale di P.S..

In particolare il 45enne ha omesso di comunicare la propria convivenza con persona avente reddito superiore al minimo previsto, la 33enne per analogo motivo e per aver omesso di essere proprietaria di due autovetture ed il 66enne perché ha omesso di comunicare di essere sottoposto agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I militari hanno informato l’Inps circa l’attività in questione che consentirà la revoca dei benefici indebitamente percepiti, alcune migliaia di euro, che dovranno essere restituiti all’istituto nazionale della previdenza sociale.

Condividi la notizia!