Provincia – Il presidente Pompeo incontra il nuovo direttore generale Asl D’Alessandro

Condividi la notizia!

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, 26 novembre, nella sede della Direzione Generale della Asl, l’incontro tra il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, e il direttore generale della Asl, Pierpaola D’Alessandro.

In un clima di estrema cordialità improntato alla collaborazione futura, il presidente e il direttore generale hanno affrontato il delicato tema della sanità provinciale in questo lungo periodo di pandemia, dalla rimodulazione dei servizi per rispondere all’emergenza sanitaria, passando per la riorganizzazione ospedaliera chiamata a garantire efficienza e diritto alla salute dei cittadini, arrivando alle criticità del sistema alle quali si deve far fronte con urgenza.

Pompeo: «La sanità dell’emergenza con lo sguardo sempre attento anche oltre il Covid»

Da parte sua il presidente, pur sottolineando l’impegno costante rivolto alla situazione legata al Covid-19, ha convenuto con la D’Alessandro la necessità di continuare a tenere alta l’attenzione anche sulle altre patologie non direttamente legate al virus, nell’ottica di un’assistenza costante al malato e al suo diritto di essere curato sul territorio.

«Nell’augurare alla nuova direttrice generale un proficuo lavoro per la sanità del nostro territorio – ha commentato Pompeo a margine dell’incontro – le ho confermato la mia disponibilità e quella dell’Ente che presiedo a collaborare per mantenere sempre al centro del sistema i bisogni e le necessità del malato».

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".