Finge furto di due veicoli con fermo per non pagare le cartelle esattoriali: denunciata

949260

Condividi la notizia!

Aveva organizzato tutto. In primis, fingendo il furto della sua auto e di un furgone, entrambi gravati da fermo amministrativo. In realtà li aveva venduti a un autodemolitore per 100 euro, al fine di evitare di doverli consegnare agli uffici, distruggendo targhe e documenti e sperando, così, di evitare il pagamento di cartelle esattoriali a suo carico.

Ma il suo stratagemma è stato scoperto dai carabinieri di San Giorgio a Liri che l’hanno denunciata per simulazione di reato.

I fatti

La donna aveva denunciato il furto dell’autovettura e di un furgone avvenuto l’11 ottobre scorso, mentre erano parcheggiati nel piazzale antistante la sua abitazione. L’attività d’indagine ha consentito ai militari di accertare che, contrariamente a quanto riferito nell’atto di denuncia, la donna aveva simulato il furto dei veicoli e, successivamente messa alle strette dai carabinieri, aveva dichiarato di averli venduti a un autodemolitore situato in un comune vicino a Pignataro Interamna per 100 euro, in quanto entrambi gravati dal fermo amministrativo.

target="_blank"

Poi aveva distrutto sia le relative targhe che la documentazione, al fine di evitare la consegna agli uffici preposti e, quindi, il pagamento delle cartelle esattoriali emerse nell’indagine a suo carico. Nel corso dell’attività, inoltre, i carabinieri sono riusciti a rintracciare le scocche dei due veicoli che sono state sequestrate.

Condividi la notizia!