Cassino, Nocione: al via le indagini geofisiche per definire la profondità e l’estensione dei rifiuti interrati

Condividi la notizia!

La Regione Lazio con determina n.G11560 del 07/10/2020 ha approvato il primo step del progetto delle indagini in sito che riguardano l’area di Nocione (Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 83 del 24 settembre 2019).  Lo rende noto l’amministrazione comunale di Cassino.

Gli interventi

Il progetto prevede l’avvio, nelle prossime settimane , delle indagini geofisiche per definire la profondità e l’estensione dei rifiuti interrati a Nocione. “Successivamente – dichiarano l’assessore  Emiliano Venturi e il consigliere Riccardo Consales – si procederà, sempre in coordinamento con la Regione Lazio, con il secondo step. La maglia delle indagini dirette ( carotaggi e prelievi di campione di acqua e di suolo) verrà allargata anche all’area circostante. Ciò consentirà di valutare l’estensione dello stato di contaminazione delle matrici ambientali.In questi mesi i due esponenti dell’Amministrazione Salera si sono confrontati in maniera fattiva con gli uffici della dottoressa Tosini, direttore dell’area bonifiche, cui va il ringraziamento per l’impegno attuato. Dal luglio  dello scorso anno sia l’assessore che il consigliere sono andati con frequenza settimanale, ad esaminare i procedimenti di bonifica aperti per la nostra città”. 

“Da qualche mese, grazie all’impegno del nuovo dirigente dell’area bonifiche, l’Ing Befani, e all’impegno dei suoi collaboratori, si è riusciti a far partire il procedimento che tutta la città di Cassino ci chiedeva.  Si è certi che questo è solo il primo step per interventi futuri volti alla risoluzioni delle problematiche ambientali del nostro territorio.  Nei prossimi giorni sarà convocata la Consulta dell’Ambiente per illustrare il progetto delle indagini e condividere le futuri azioni a riguardo”.

Condividi la notizia!