Lenti d’ingrandimento: tipologie e principali applicazioni

Condividi la notizia!

Una lente di ingrandimento è uno strumento che aiuta a migliorare l’osservazione, aumentando le dimensioni dell’area “inquadrata” nella percezione di chi la utilizza. È, insomma, un sostegno visivo, che si basa sulla presenza di una lente convessa.

Volendo fare una prima distinzione tra le tipologie di lenti di ingrandimento in commercio, si possono indicare, innanzitutto, le lenti con supporto e quelle portatili. Va da sé che i modelli portatili sono, normalmente, più leggeri di quelli con supporto. Tendono a essere, inoltre, più robusti. Gli ausili portatili sono utilizzati a una distanza maggiore dall’oggetto osservato e dal piano di lettura. Le lenti d’ingrandimento portatili sono più comode e sono sicuramente l’ideale per coloro che le utilizzano anche fuori casa. Sono, inoltre, facilissime da usare. Spesso, la distanza tra la lente e l’oggetto osservato è regolabile tramite l’impugnatura.

C’è un’ampia scelta sul mercato di questi strumenti. Ne esistono di diverse forme, delle grandezze che si preferiscono, che più si adattano alle proprie esigenze. Basta dare un’occhiata a queste lenti di ingrandimento, presenti sul sito di RS Components, per capirne le funzionalità e i campi di applicazione. Già dall’anteprima del prodotto, si può osservare la forma dell’articolo proposto, basta guardare la fotografia; anche le dimensioni sono riportate tra le info essenziali. In tal modo, si può comodamente fare una scrematura dei prodotti che interessano, andando ad approfondire, poi, aprendo la scheda tecnica. Una volta fatta la propria scelta, si aggiunge al carrello e si procede all’acquisto, tutto nello spazio di qualche click, da qualunque posto ci si trovi e in qualunque orario.

Rivolgendosi a un sito di e-commerce, soprattutto se è molto grande, ci può essere anche la possibilità di inserire dei filtri, il che rende più pratica e veloce la ricerca. Tra i parametri in base ai quali si possono filtrare i prodotti disponibili, c’è l’indicazione del numero di lenti, da cui dipende il potere di ingrandimento. Infatti, questo è un altro modo di classificare questo strumento: lente singola, doppia, tripla. Ci sono anche le lenti pieghevoli.

target="_blank"

Quando vengono impiegate le lenti d’ingrandimento

Innanzitutto, una lente di ingrandimento può andare in soccorso di chi ha determinati problemi di vista, ovvero una presbiopia sulla quale non si è intervenuti, ma si possono anche bilanciare leggere differenze nella miopia. Chi ha difetti alla vista può trovare difficoltà nella lettura. Non ci sono solo gli occhiali a fornire aiuto. Una lente di ingrandimento può essere un buon ausilio, soprattutto se si dà il caso di testi non sequenziali o, comunque, non lunghi. Ci sono prodotti abbinati a un braccio di supporto, che può essere utile nella lettura, o quelli concepiti per poter essere appoggiati. Addirittura, ci sono lenti con illuminazione incorporata.

Non si guardi, però, solo all’attività del lettore. Una lente di ingrandimento può essere valida anche in un contesto professionale. Si pensi a un artigiano che fa lavori di precisione o, semplicemente, a chi effettua riparazioni. Potrebbe essere utile ingrandire la parte dell’oggetto interessata dall’intervento. Si può avere necessità di incollare o lavorare su una piccola superficie, si può avere necessità di fare decorazioni che devono essere precise al dettaglio. Magari, l’opera di per sé è costituita da un piccolo oggetto: statuine, action figure, piccoli quadri… Questi ausili visivi possono essere molto comodi, insomma, anche per artisti e artigiani. Per simili lavori, si rifletta bene sul tipo di lente da adottare, anche in termini di appoggio e supporto.

La lente d’ingrandimento può trovare persino impiego in ambito naturalistico. Può essere usata, infatti, in una fase dell’osservazione preliminare a quella con il microscopio, per esaminare un campione prima di prelevarlo. Non tutti lo sanno ma è uno strumento comune, tra i naturalisti. Una lente potente, sebbene non sia chiaramente equiparabile in tutto a un microscopio stereoscopico, può però fornire un eguale livello di ingrandimento.

Condividi la notizia!