Coronavirus, chi fa jogging per strada e chi cerca asparagi: altre 35 denunce

Condividi la notizia!

Non trova sosta l’attività di controllo dei carabinieri per contrastare le violazioni al decreto relativo al Coronavirus. Altre 35 persone denunciate per false dichiarazioni.

Gli ultimi casi

Ad Anagni, sono state denunciate 2 persone, una delle quali ha dichiarato di essere andata a giocare una schedina. Stessa sorte per un anziano che ha dichiarato di essersi recato a casa del fratello per una visita. Denunce anche a Paliano, PiglioFrosinone, Torrice e Castro dei Volsci, tra i controllati anche un 68enne trovato alla guida sotto effetto di alcolici.

Altre 4 persone sono state denunciate ad Alatri mentre a Cassino sono state 16 le persone che hanno violato le disposizioni. Tra queste, due uomini che facevano jogging in città e tre che si intrattenevano fumando una sigaretta. Anche a Sant’Elia Fiumerapido sono stati individuati due trasgressori; stesso numero ad Atina. In entrambi i casi sono stati denunciati coloro che raccoglievano gli asparagi. Un cassinate è stato individuato a Piedimonte San Germano e quindi è stato deferito mentre a Picinisco sono finiti nei guai due uomini: un anziano che stava conversando con due donne al balcone e un altro che osservava un operaio che stava svolgendo alcuni lavori.

Dall’inizio dell’emergenza, i carabinieri della Compagnia di Frosinone hanno effettuato controlli nei confronti di oltre 900 persone e 323 esercizi pubblici mentre quelli di Cassino  hanno denunciato 38 persone e ispezionato 31 esercizi commerciali.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *