VOLLEY CAMPIONATO AMATORIALE MISTO – “Leone di Porto” Cassinovolley impone la sua legge

Condividi la notizia!

Battaglia epica tra i due top team del girone, alla fine la spunta la capolista Cassinovolley

Nel girone di Frosinone Sud del campionato amatoriale misto AICS va in scena il ritorno del match clou del torneo. Le due formazioni che lo scorso anno si sono trovate a combattere fino all’ultima giornata per la supremazia del campionato, anche in questa stagione si trovano a battagliare per i primi due posti della graduatoria, con il Leone di Porto Cassinovolley saldamente in testa e vincitore della gara di andata in quel di Cassino, e con il Sant’Elia costretto a inseguire in seconda posizione, ma con il vantaggio di giocare tra le mura amiche in questo match di ritorno.
Al fischio d’avvio del direttore di gara i due team non si lasciano andare a preamboli e sfoderano fin da subito tutte le migliori frecce al proprio arco. Sant’Elia sfrutta al meglio il fattore campo e si porta in testa, guadagnando 3/4 lunghezze di vantaggio e provando a scrollarsi di dosso la presenza dei cassinati per andare in fuga. Gli azzurri però non sono dello stesso parere, soffrono le roboanti iniziative dei locali, ma riescono a tenere botta e nel finale del game allungano il passo, portandosi prima in parità e poi superando al fotofinish i padroni di casa con lo score di 25-23. I cassinati sono abbastanza fallosi, regalano diversi punti ai locali, ma riescono comunque ad avere la meglio degli avversari.
Il secondo parziale inizia con i padroni di casa decisi a dare una scossa al match. I ragazzi gialloblu sono grintosi più che mai, commettono pochissimi errori e gestiscono al meglio anche le situazioni più difficili, riuscendo nuovamente a portarsi in testa e guidando il set con autorità.
Nel finale ancora una volta i cassinati provano a ribaltare il punteggio, ma stavolta nella rincorsa inciampano in un paio di errori gratuiti, e il set finisce 25-23 a favore dei padroni di casa. Con il conto set tornato in parità sull’1-1, gli ospiti si rimboccano le maniche e tornano in campo determinati a non fare più regali al team locale. Il numero di errori diminuisce visibilmente, ma Diego Di Cicco e compagni non accennano a rallentare i propri ritmi, e così il punteggio rimane in equilibrio fino ai titoli di coda della frazione di gioco. Alessia Gentile si affida alle sue bocche da fuoco più redditizie, e così a portarsi in vantaggio per 2-1, con il punteggio di 25-22, sono i Leoni di Porto del Cassinovolley.
La gara è più emozionante che mai, come ci si poteva aspettare dai due top team del girone, e al ritorno in campo per il quarto tempo di gioco le armi sono ancor più affilate. Sant’Elia mira ad allungare il match, Cassino punta a chiudere e a guadagnare bottino pieno. Giuseppe Izzo, coach dei locali, prova a mischiare le carte in tavola, facendo girare gli effettivi a sua disposizione per trovare la giusta chiave e scardinare la linea difensiva ospite; Giancarlo Pittiglio, allenatore della capolista, si affida alla sua formazione standard, con la certezza che gli altri atleti a sua disposizione sono pronti a subentrare e aiutare la squadra in qualsiasi momento. I due sestetti in campo combattono punto a punto, ribattono colpo su colpo alle iniziative degli avversari, e mettono in scena un vero e proprio spot per gli amanti della pallavolo. Il punteggio è bloccato sulla parità, e sul terreno di gioco si succedono senza sosta azioni mirabolanti da ambo le parti. Lo scossone arriva, come ormai consuetudine, solo nelle battute finali: Antonio Nuzzo confeziona un ace e porta in vantaggio il team ospite, poi ci pensa il centrale cassinate Luca Di Sano a piazzare altre tre bordate nel campo dei locali, missili che mandano definitivamente al tappeto i padroni di casa e fanno esultare di gioia il Leone di Porto Cassinovolley. 3-1 il punteggio finale grazie al 25-21 che chiude la quarta frazione di gioco.
Ora i cassinati, a punteggio pieno e con un solo set perso al passivo, hanno ben 6 punti di vantaggio sulla seconda in graduatoria, proprio il team santeliano appena messo ko. Agli azzurri mancano solo due match contro Aquino ed Alvito per avere la matematica certezze di aver centrato la qualificazione al girone successivo, dal quale poi usciranno le squadre che potranno partecipare alla finale nazionale di Alba Adriatica.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *