Scale per soppalchi, come la ciliegina sulla torta

Condividi la notizia!

Chi vive in un palazzo storico ha molto probabilmente soffitti talmente alti da poterci ricavare un nuovo livello e con il semplice collegamento di una scala per soppalco aumentare senza problemi lo spazio vivibile dell’abitazione. La stessa cosa si fa quando l’abitazione è frutto di rinnovamento di ex aree industriali, dove i capannoni diventano condomini composti da moderni appartamenti dal sapore urban chic.

Tutto quello che serve per essere a norma

L’altezza minima del soffitto per poter creare un soppalco con scala varia da un Comune all’altro. Ma resta comunque la regola che la distanza tra pavimento e soffitto non è mai inferiore ai 440 cm. Questo perché una volta costruito il soppalco le due altezze, sia quella al di sotto della struttura sia quella al di sopra, non possono mai essere inferiori ai due metri e dieci ciascuna. Ovviamente non è l’unica discriminante. Per poter realizzare un soppalco in casa è necessario fare attenzione anche ad altre misure. L’aumento della superficie non deve essere superiore a un terzo della superficie complessiva della stanza, limite che però si può estendere fino alla metà della superficie totale della stanza solo se entrambe le altezze, al di sotto e al di sopra del soppalco, sono di almeno due metri e venti ciascuna. Attenzione anche alla finestra, la superficie complessiva che dà luce alla stanza non deve essere inferiore a un ottavo dell’area soppalcata.

Millesimi e permessi condominiali

Prese le misure, la buona notizia è che non si devono chiedere permessi al condominio né in comune. Basta semplicemente presentare all’Ufficio Tecnico i documenti del progetto firmato da un professionista e, una volta terminati i lavori, data comunicazione all’Ufficio del Catasto. Aumentando la superficie calpestabile, aumenta anche la metratura dell’appartamento. Ovviamente c’è la questione delle tabelle millesimi. Ma, attenzione, conviene controllare. Infatti se il calcolo dei millesimi è stato effettuato sui metri quadrati dell’appartamento, allora bisogna effettuare un adeguamento; se invece sono stati calcolati in base alla cubatura, non essendo cambiata la volumetria non cambiano i millesimi. A questo punto non rimane che pensare a come e dove collocare la scala per il soppalco.

La scala per il soppalco è protagonista del progetto

Anche se la scala per il soppalco può sembrare come la ciliegina finale sulla torta, è una delle prime cosa a cui pensare quando si progetta l’ampliamento. Infatti è indispensabile determinare lo spazio che deve occupare la scala, sia al di sopra che al di sotto. Forma della scala e quantità di gradini sono elementi fondamentali per capire che tipo di ingombro avrà nella stanza e verificare che non incroci o ostruisca altri accessi come porte e finestre. Fatta la scelta, è importante prestare attenzione all’altezza dell’eventuale parapetto che delimita l’affaccio sul locale sottostante: non deve mai essere inferiore a un metro e dieci centimetri di altezza.

target="_blank"

Materiali diversi tra cui scegliere

Nel progettare la scala per il soppalco e il parapetto si possono scegliere materiali differenti, in base allo stile del soppalco stesso che può essere in legno, in muratura oppure in metallo. Ovviamente la scelta del tipo di soppalco incide non solo sui tempi ma anche sui costi: il più lungo da realizzare è quello in muratura, perché è anche più impegnativo. Il soppalco in legno è più rapido da realizzare e pesa meno della metà di quello in muratura, ovviamente vibra e scricchiola, ma non è parte del suo fascino? Il soppalco in metallo è di solito considerato più moderno, più leggero però è sicuramente quello maggiormente costoso anche se facile e rapido da montare.

La scala per il soppalco ha un certo stile

Una buona scelta di scale per soppalco soprattutto per chi vuole ridurre al minimo gli ingombri, è rappresentata dalle scale a chiocciola e dalle scale salvaspazio. Le scale a chiocciola oggi sono disponibili anche in kit: si tratta ovvero di scale modulari che si possono adattare a esigenze differenti di spazio e di altezza e che hanno anche il vantaggio di essere installabile rapidamente con grande facilità. Chi invece è alla ricerca di una soluzione più elegante e classica può optare per le altrettanto sceniche scale a sbalzo, indicate soprattutto per raggiungere un soppalco realizzato in muratura.

Condividi la notizia!