Frosinone-Pordenone 2-2, i giallazzurri non riescono ad accorciare in classifica. Cronaca e pagelle

Condividi la notizia!

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Paganini, Gori (13’ st Rohden), Maiello, Tabanelli, Beghetto; Ciano, Dionisi (42’ st Citro).

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Krajnc, Salvi, D’Elia, Szyminski, Vitale, Haas, Novakovic, Trotta.

Allenatore: Nesta.

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Bassoli, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Gavazzi (44’ st Mazzocco); Candellone, Strizzolo (25’ st Bocalon).

A disposizione: Bindi, Stefani, Vogliacco, Chiaretti, Pasa, Zanon, Bassoli, Zammarini.

Allenatore: Tesser.

Marcatore: 2’ pt Dionisi, 29’ pt Candellone, 9’ st Pobega, 16’ st Ciano.

Finisce 2-2 l’anticipo della prima giornata di ritorno tra Frosinone e Pordenone. Un punto che consente ai friulani di restare al secondo posto e mantenere un vantaggio di 7 punti sui giallazzurri.

Primo tempo – I padroni di casa scendono in campo con il consueto 3-5-2, subito dal primo minuto il nuovo acquisto Tabenelli. Gli ospiti rispondono con il 4-3-1-2 con il tandem offensivo formato da Strizzolo e Candellone. Pronti-via il Frosinone passa: calcio di punzione magistrale calciato da Dionisi dai 30 metri, palla che si infila sotto l’incrocio dei pali. Giallazzurri che dopo il gol concedono però campo agli ospiti, non riuscendo più ad impensierire Di Gregorio. Al 29′ i neroverdi trovano il meritato pareggio: tiro dalla distanza di Gavazzi, Bardi smanaccia come può, sulla ribattuta arriva Candellone che in scivolata mette la palla in rete. Dopo il pari le due squadre stazionano a centrocampo fino a fine primo tempo, non creando più nessun pericolo.

Secondo tempo – La ripresa inizia senza cambi nelle due squadre. Al 54′ il Pordenone ribalta la partita: ancora Gavazzi protagonista con un cross che taglia l’area di rigore e trova pronto all’appuntamento vincente Pobega che, in spaccata, realizza il suo terzo gol nelle due partite disputate con il Frosinone. Al 61′ i ciociari raggiungono il pareggio: l’arbitro Pezzuto assegna il penalty per un intervento falloso di Gavazzi su Brighenti appena dentro l’area di rigore, dal dischetto va Ciano che prima si fa respingere la conclusione da Di Gregorio e poi deposita la palla in rete da pochi passi. Il Frosinone ci crede e dieci minuti più tardi sfiora il 3-2: cross di Beghetto sulla sinistra, inserimento del neo entrato Rohden che di testa manda a lato di poco. Dopo 4 minuti di recupero la partita termina con il risultato di 2-2. I canarini non riescono ad accorciare dal secondo posto e devono accontentarsi del pari.

Le pagelle: male in tanti, Dionisi il migliore

Bardi 5: sul gol di Candellone ha qualche responsabilità respingendo il tiro di Gavazzi in maniera goffa. Sbaglia tanti appoggi con i piedi e per poco non combina una frittata su un tiro dalla distanza del Pordenone.

Brighenti 5.5: si fa anticipare da Candellone in occasione del momentaneo pareggio neroverde, così come non è attento sul gol di Pobega. Ha il merito di guadagnare il penalty del 2-2.

Ariaudo 5.5: soffre Strizzolo per gran parte della partita. Non la sua miglior prestazione.

Capuano 5.5: anche l’ex Cagliari non sembra attento come suo solito. Il Pordenone attacca molto dalle sue parti.

Paganini 5: non sembra brillante dal punto di vista fisico. Rimane “piantato” in almeno due-tre circostanze che di solito sfrutta appieno con i suoi inserimenti.

Gori 5.5: solita partita caparbia anche se con il passare dei minuti la sua corsa cala d’intensità.

Maiello 5: quando lui non è in giornata il Frosinone fa fatica a giocare. Sbaglia tanti (troppi) passaggi questa sera.

Tabanelli 6: buona la sua prima prova in maglia canarina. Si guadagna la punizione che porta il Frosinone in vantaggio.

Beghetto 6: arriva tante volte sul fondo per crossare, il problema è che il Frosinone non ha un centravanti capace di tramutare i suoi assist in gol. Bello l’assist che consente a Rohden di sfiorare il 3-2.

Ciano 5.5: oltre al rigore prima sbagliato e poi segnato si vede davvero poco.

Dionisi 6.5: con una punizione magistrale al 2′ sembra indirizzare la partita subito a favore del Frosinone, ma non sarà così. Il numero 10 è comunque quello che sembra più in palla tra i suoi questa sera.

Rohden 6: entra per dare un po’ di qualità in mezzo al campo. Sfiora la rete con un inserimento dei suoi.

Citro SV: troppo poco tempo per incidere.

Nesta 5.5: l’assenza di un centravanti di peso si è sentita parecchio questa sera. Forse era il caso di inserire uno tra Trotta e Novakovich per sfruttare i cross di Beghetto negli ultimi minuti.

Foto Frosinone calcio

 

Giornalista dei quotidiani online “TuNews24.it” e “Frosinone Today”, del settimanale “Tu Sport” e del quindicinale “Alé Frosinone”. In passato ha collaborato anche con “Radio Day”.

Condividi la notizia!

Antonio Visca

Giornalista dei quotidiani online "TuNews24.it" e "Frosinone Today", del settimanale "Tu Sport" e del quindicinale "Alé Frosinone". In passato ha collaborato anche con "Radio Day".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *