BASKET SERIE C – Missione compiuta. La Scuba chiude l’anno con la vittoria sulla UISP XVIII

Condividi la notizia!

Uisp XVIII 95 – Scuola Bk Frosinone 99 (dts)
Parziali: 16-18; 17-28; 18-17; 35-23; 9-13

Uisp XVIII: Papa 4, Anyanwu, Garbini, Sattolo 26, Di Pietro, Tiberti 4, Fruscoloni 16, Nonkovic 4, Nizza 13, Scascitelli 15, Rosso, Mastropietro 13. All. Giannini
Scuola Bk Frosinone: Grazzini 9, Lepre, Efficace, Stazi 1, Rocchi 18, Briglianti 17, Fassiotti 1, Bosco de Giacco, Ceccarelli 33, Cara 20. All. Calcabrina

Missione compiuta per la Scuola Basket Frosinone che passa sul campo della UISP XVIII e chiude al meglio il suo 2019, assicurandosi un Natale da seconda in classifica in solitaria, vista la concomitante sconfitta di Santa Severa contro la Lazio.
Un match incredibile con un epilogo rocambolesco: i ciociari lo tengono in mano per trenta minuti, i padroni di casa però sfoderano un quarto periodo incredibile e rimontano, arrivando addirittura ad avere la possibilità di vincere in un finale al cardiopalma. Poi il supplementare, in cui la Scuba si ritrova con le spalle al muro ma reagisce con quel carattere già visto in diverse occasioni quest’anno e vince ancora, infilando il terzo successo di fila.

La gara – Il pallino del gioco se lo prendono i ciociari fin dall’inizio, anche grazie a qualche buona iniziativa di Briglianti. La UISP arranca ma riesce comunque a restare a contatto grazie al suo gioco in transizione, con cui i ragazzi di Giannini limitano i danni al -2 di fine primo periodo. Nella seconda frazione cresce la difesa di Frosinone che lavora molto meglio sul pick and roll avversario, riuscendo anche a sbloccarsi con il tiro da fuori nell’altra metà campo. Il distacco fra le due squadre arriva a toccare le 16 lunghezze e all’intervallo lungo sono 13 i punti a dividere le due formazioni. Al rientro dagli spogliatoi la UISP si riporta sul -8 ma la Scuba ritrova subito il bandolo della matassa, chiudendo la terza frazione sul +12. Nel quarto periodo i ritmi si alzano vertiginosamente perché i romani si giocano la carta del pressing a tutto campo che frutta diversi palloni recuperati ma consente anche ai ciociari di tirare con più libertà da dietro l’arco. In ogni caso l’inerzia passa sulla sponda capitolina, anche perché i gialloblù peccano un po’ di lucidità e vengono rimontati da un Sattolo ispiratissimo. Si arriva così in volata, con la UISP sotto di 3 e palla in mano a 9” dalla fine. Con meno di un secondo sul cronometro viene fischiato un fallo di Briglianti, nasce una discussione sul giocatore designato a tirare i liberi e arriva anche l’espulsione di un componente della panchina ciociara che era entrato in campo per placare gli animi. In lunetta alla fine si presenta Mastropietro che realizza il 3/4 che vale l’aggancio, sulla rimessa successiva il tiro da metà campo dei locali non va a segno, così serve un overtime per decretare il vincitore. Nel supplementare partono meglio i romani che provano subito ad allungare sul +5 grazie a Scascitelli, qui però arriva la grandissima reazione di carattere della Scuba che rimane agganciata al match con una tripla di Rocchi e una difesa di alto livello. Nel finale ci pensa Cara a siglare i canestri che regalano la vittoria ai frusinati, costretti a dover vincere più volte una partita che comunque porta in dote due punti pesantissimi, sia per la classifica sia per il modo in cui sono arrivati.

Il commento di coach Calcabrina al termine dell’incontro: “Sicuramente la gara andava chiusa prima ma purtroppo non ci siamo riusciti, soffrendo tantissimo nel quarto periodo il loro pressing, contro il quale abbiamo abusato del palleggio e peccato di lucidità. In futuro bisognerà aiutarci di più nelle azioni offensive e soprattutto limitare il nervosismo, un fattore che ha influito molto sulla rimonta che abbiamo subito nell’ultima frazione. Ancora una volta però i ragazzi hanno dimostrato di avere carattere, nel tempo supplementare c’è stata una grossa reazione d’orgoglio che ci ha permesso di vincere insieme a un comportamento molto più lucido rispetto a quello di qualche minuto prima”.

Si chiude così nel migliore dei modi il 2019 della prima squadra della Scuba che però non ha ancora concluso il suo anno solare, visto che mancano ancora diversi appuntamenti con il settore giovanile e la festa del minibasket, oltre alla cena di Natale che si terrà Venerdì 23 Dicembre presso il Ristorante Pizzeria Pepe Nero, partner del club ciociaro che ospiterà staff tecnico, dirigenti e tutti gli atleti nei suoi locali di Via Tiburtina a Frosinone. La prossima gara della C Silver, invece, sarà sabato 11 Gennaio 2020 (ore 18:30) al Casaleno contro la Nova Basket Ciampino.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *