Case abbandonate nei centri storici, Battaglini (FdI) lancia la proposta all’Ater

Condividi la notizia!

“La crisi, non solo economica ma anche e soprattutto sociale, rischia, da nord a sud, di far definitivamente morire i centri storici dei piccoli borghi. Come ben sappiamo, i comuni spesso e volentieri non hanno la possibilità di mettere a disposizione terreni edificabili utili alla costruzione di nuovi alloggi popolari, nonostante la richiesta, dovuta purtroppo ad una povertà sempre più diffusa, sia in forte aumento. Perché non provare quindi, come già fatto anni fa dal comune di Collepardo, a fare un progetto, in sintonia con l’Ater, che preveda un finanziamento da parte della Regione Lazio utile all’acquisto, da parte dell’ente che gestisce le case popolari, delle tante abitazioni ormai abbandonate nei centri storici?” È questa la proposta lanciata dal vicepresidente di Anci Giovani, Samuel Battaglini, alla ribalta delle cronache, nelle ultime settimane, per i numerosi ingressi di amministratori ciociari in Fratelli d’Italia: tutte operazioni politiche che hanno la sua firma, e alcune volte la firma congiunta con il senatore Massimo Ruspandini.

 

Gli obiettivi: ripopolare i centri, mettere in sicurezza ed evitare inutili cementificazioni

“A Patrica, ad esempio, il Sindaco Fiordalisio ha già da tempo lanciato il progetto della case ad un euro. Abitazioni – spiega Battaglini – che ovviamente necessitano di ristrutturazione, ma che porterebbero un notevole risparmio di soldi pubblici qualora venissero acquistate dall’Ater. Al tempo stesso aiuterebbero in maniera decisiva il ripopolamento dei centri storici, oltre ad evitare la ghettizzazione. Penso a Comuni come, appunto, Patrica, Filettino, Pico, Settefrati, e più in generale tutti quei paesi sotto i 5mila abitanti che, in un solo colpo, vedrebbero da un lato rianimarsi le piazze con tutto ciò che ne consegue, dall’altro la messa in sicurezza dei tanti edifici privati pericolanti. Infine – conclude l’esponente di Fratelli d’Italia – sarebbe una scelta in favore dell’ambiente, con la rinuncia alla cementificazione”.

Marco Ceccarelli è giornalista e fotoreporter, attualmente Direttore di TuNews24.it. Ha iniziato la sua carriera nel 2004 presso il quotidiano Ciociaria Oggi, occupandosi prima di cultura e spettacolo come collaboratore e passando successivamente alla cronaca nera come redattore, quindi responsabile della cronaca nera provinciale fino al 2014. Nel frattempo ha ricoperto il ruolo di Direttore Responsabile di alcune riviste locali, come Beautycase, diventando poi corrispondente del quotidiano nazionale Il Giornale per le province di Frosinone e Latina. Quindi, dopo aver fondato nel 2013 la società di Comunicazione e Marketing Globalpress S.r.l., è entrato a far parte del Gruppo Editoriale Perté, ricoprendo in un primo momento il ruolo di Direttore Editoriale del mensile Perté Magazine e della web radio Radio Perté, successivamente anche del settimanale cartaceo Perté Week e del quotidiano web Perté Online. Sempre nell’ambito di tale progetto ha prestato servizio presso l’emittente Lazio Tv, dove ha ideato diverse trasmissioni televisive e radiotelevisive. Dopo tali esperienze nel 2015 ha deciso, con l’avvento del Frosinone Calcio in serie A, di fondare il settimanale “Tu Sport” di cui è Direttore Responsabile e, pochi mesi dopo, ha dato vita anche al settimanale generalista Tu News. Nel frattempo ha accettato l’incarico di Direttore Responsabile della rivista mensile Frosinone In Vetrina” In ultimo (ma solo per ora) nel ha dato vita al settimanale Non Solo Annunci,  alla rivista mensile poket Ciociaria da Vivere e ai quotidiani web IlCorriereDellaProvincia.it e TuNews24.it, aggiornatissimo portale d’informazione al quale verrà affiancata anche un’app per smartphone, per trasformare un innovativo progetto editoriale in un ambizioso esperimento web che affonda le proprie radici nell’informazione ma si prefigge di trattare molti altri temi e allargare le vedute oltre i confini e le barriere che oggi molte testate giornalistiche online si costruiscono intorno per barricarsi in un anacronistico tugurio d’autorevolezza. Poco costruttivo, poco democratico, poco Tu News 24.

Condividi la notizia!

Marco Ceccarelli

Marco Ceccarelli è giornalista e fotoreporter, attualmente Direttore di TuNews24.it. Ha iniziato la sua carriera nel 2004 presso il quotidiano Ciociaria Oggi, occupandosi prima di cultura e spettacolo come collaboratore e passando successivamente alla cronaca nera come redattore, quindi responsabile della cronaca nera provinciale fino al 2014. Nel frattempo ha ricoperto il ruolo di Direttore Responsabile di alcune riviste locali, come Beautycase, diventando poi corrispondente del quotidiano nazionale Il Giornale per le province di Frosinone e Latina. Quindi, dopo aver fondato nel 2013 la società di Comunicazione e Marketing Globalpress S.r.l., è entrato a far parte del Gruppo Editoriale Perté, ricoprendo in un primo momento il ruolo di Direttore Editoriale del mensile Perté Magazine e della web radio Radio Perté, successivamente anche del settimanale cartaceo Perté Week e del quotidiano web Perté Online. Sempre nell’ambito di tale progetto ha prestato servizio presso l’emittente Lazio Tv, dove ha ideato diverse trasmissioni televisive e radiotelevisive. Dopo tali esperienze nel 2015 ha deciso, con l’avvento del Frosinone Calcio in serie A, di fondare il settimanale “Tu Sport” di cui è Direttore Responsabile e, pochi mesi dopo, ha dato vita anche al settimanale generalista Tu News. Nel frattempo ha accettato l’incarico di Direttore Responsabile della rivista mensile Frosinone In Vetrina” In ultimo (ma solo per ora) nel ha dato vita al settimanale Non Solo Annunci,  alla rivista mensile poket Ciociaria da Vivere e ai quotidiani web IlCorriereDellaProvincia.it e TuNews24.it, aggiornatissimo portale d'informazione al quale verrà affiancata anche un'app per smartphone, per trasformare un innovativo progetto editoriale in un ambizioso esperimento web che affonda le proprie radici nell'informazione ma si prefigge di trattare molti altri temi e allargare le vedute oltre i confini e le barriere che oggi molte testate giornalistiche online si costruiscono intorno per barricarsi in un anacronistico tugurio d'autorevolezza. Poco costruttivo, poco democratico, poco Tu News 24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *