Fondi nella manovra di bilancio, Pompeo: “Province riconosciute come enti necessari”

Condividi la notizia!

“L’inserimento di 3 miliardi e 450 milioni di euro per la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico degli edifici delle scuole secondarie superiori e dei 3,4 miliardi in 15 anni per il finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di Province e Città metropolitane, inseriti nella legge di bilancio varata dal Governo, sono senza dubbio un risultato positivo che testimonia l’impegno e il lavoro portato avanti dall’Upi”.

Così il presidente della Provincia di Frosinone e numero uno di Upi Lazio, Antonio Pompeo, commenta i provvedimenti a favore delle Province inseriti nella Legge di Bilancio 2020-2022 che arriverà in Parlamento.

Il presidente della Provincia di Frosinone e di Upi Lazio, Antonio Pompeo

Pompeo: “Occorrono maggiori risorse e l’Upi non può abbassare la guardia”

Prosegue Pompeo: “Dato senza dubbio positivo è quello relativo al lungo periodo stabilito per l’erogazione dei fondi: la legge, infatti, assegna direttamente a Province e Città metropolitane risorse dal 2020 al 2034. Questo ci permette di programmare interventi di maggiore prospettiva futura rispetto a quanto accade adesso, con l’incertezza legata a step annuali. Ma non per questo possiamo abbassare la guardia su quelli che rimangono, ancora, criticità da affrontare e risolvere, come ad esempio l’assenza di risorse per la spesa corrente, necessarie per garantire alle Province di erogare servizi ai cittadini e rispondere prontamente alle esigenze segnalate dai Comuni”.

L’obiettivo dell’Upi

“L’obiettivo che Upi nazionale e, per quanto mi riguarda personalmente Upi Lazio, intendono conseguire – prosegue il presidente – è quello di ottenere anche fondi per la progettazione, che in questa manovra sono riservati unicamente ai Comuni, e la possibilità di avviare un’azione di risanamento occupazionale dopo lo svuotamento degli enti imposto nel 2015. Per questo – conclude Pompeo – il grande lavoro di dialogo e mediazione portato avanti dall’Unione delle Province Italiane non ha ancora completato il suo percorso e necessita, oggi più che mai, del nostro impegno affinché venga totalmente riabilitato il ruolo strategico svolto dalle Province, così come riconosciuto anche dal legislatore con questa manovra”.

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *