Nazionale, a maggio test match al “Benito Stirpe” di Frosinone?

Condividi la notizia!

La Nazionale di Roberto Mancini ha staccato il pass per Euro 2020 grazie al successo di sabato scorso per 2-0 contro la Grecia allo stadio “Olimpico”. Il dominio assoluto nel gruppo J è stato rafforzato dal rotondo 0-5 rifilato a domicilio al modesto Liechtenstein. I prossimi incontri ufficiali vedranno l’Italia affrontare la Bosnia ed Erzegovina il 15 novembre a Zenica e l’Armenia il 18 novembre al “Barbera” di Palermo. Ancora da ufficializzare, invece, gli impegni per il 2020 in vista della fase finale dell’Europeo, che sarà per la prima volta svolto in maniera itinerante e vedrà esordire gli azzurri il prossimo 12 giugno a Roma. Come rivela Repubblica, una delegazione della Federcalcio si recherà la prossima settimana in Qatar con l’obiettivo di chiudere l’accordo per una mini tournée nel Paese Arabo. Gli azzurri dovrebbero disputarvi due amichevoli di primo piano nel mese di marzo. Tra i papabili avversari ecco la Croazia vice campione del mondo e l’Argentina di Leo Messi. Un’ottima occasione anche dal punto di vista economico visto che sul piatto ci sarebbe un’offerta da circa 7 milioni di euro.

Qatar, ma anche Italia. Sì, perché gli ultimi due test match in vista dell’esordio nei campionati europei dovrebbero svolgersi in due città della provincia italiana: Ferrara e Frosinone. A rivelarlo è stato il giornalista Enrico Currò ai microfoni di Radio Sportiva: «La partita in Bosnia ed Erzegovina è come se fosse già un test molto importante. Si tratta di un avversario forte che dovrà cercare la qualificazione e vincere, quindi sarà un test molto attendibile. Poi ci saranno le amichevoli di marzo, con l’Italia che dovrebbe andare a fare una sorta di mini-tournée in Qatar, che varrà 2 milioni di ingaggio, più 4,5-5 di diritti tv. Pare che la Croazia possa essere uno degli avversari e per l’altro si sta valutando. Anche a maggio, immediatamente prima dell’Europeo, Mancini ha chiesto che uno dei due avversari sia forte, con l’Italia che riabbraccerà la provincia, perché le due sedi che verranno scelte dovrebbero essere Ferrara e Frosinone».

C’è grande fermento in Ciociaria per il possibile arrivo della Nazionale che, fatta eccezione per le selezioni giovanili, non ha mai disputato un incontro ufficiale a Frosinone. L’unico precedente è infatti una partita di allenamento disputata nel novembre 1976 al “Matusa” tra l’allora squadra allenata da Enzo Bearzot e la formazione Berretti del Frosinone. Si attende ora l’ufficialità per un evento che avrebbe una portata storica per il capoluogo frusinate: il “Benito Stirpe” è pronto ad accogliere gli azzurri.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online “TuNews24.it”, con il settimanale “Tu Sport” e con il quindicinale “Alé Frosinone” oltre che con i portali “CalcioMercato.com” e “MondoSportivo.it”, di cui è caporedattore.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *