Aquino, debutta l’agri-aperitivo di Coldiretti. Sui tavoli arrivano prodotti a chilometro zero

Condividi la notizia!

La campagna in città. I prodotti a chilometri zero degli imprenditori agricoli soci di Coldiretti e Campagna Amica sono stati nel weekend i protagonisti degli aperitivi consumati dai clienti di bar e ristoranti di Aquino, città selezionata per il debutto della nuova iniziativa promossa dalla federazione provinciale.

Nelle foto: alcuni momenti dell’agri-aperitivo, l’iniziativa promossa da Coldiretti, ad Aquino

I prodotti dell’agri-aperitivo

L’agri-aperitivo servito ad Aquino prevedeva un menù ricco, ma dalla riconoscibilità immediata, perché composto da formaggi, salumi, prodotti da forno e ortaggi tutti coltivati, raccolti, lavorati e trasformati nelle campagne del comprensorio di Aquino, Pontecorvo, Roccasecca.

Un ruolo di primo piano è stato riservato al peperone Dop pontecorvese impiegato per la preparazione di un primo piatto a base di pasta prodotta anch’essa con farina del territorio.

Il direttore Picchi: «Premiamo la filiera locale»

«È un modo diretto, penso il più immediato – spiega Carlo Picchi, direttore della Coldiretti di Frosinone, che ha partecipato personalmente all’evento – per comunicare e trasmettere ai consumatori ed in particolare ai più giovani pochi e semplici concetti che sono i capisaldi della nuova filosofia alimentare improntata al mangiar sano, alla sicurezza, alla genuinità e alla stagionalità dei prodotti agroalimentari e degli ingredienti selezionati per la preparazione delle pietanze. Da questa esperienza ne usciamo con la convinzione che da domani molti ragazzi si faranno qualche domanda in più circa la provenienza e l’origine di tutti gli alimenti e i piatti che baristi e ristoratori serviranno nel piatto» conclude infine il direttore della Coldiretti di Frosinone, Carlo Picchi.

Il commento del segretario di zona della Coldiretti, Di Brango

«Rinnovo l’invito, rivolto in particolare ai ragazzi, ad una maggiore consapevolezza alimentare afferma Tommaso Di Brango, segretario di zona della Coldiretti di Pontecorvo – Viviamo in un contesto dove non necessariamente ristoratori e baristi debbono approvvigionarsi presso la grande distribuzione, ma possono invece attingere direttamente presso le decine di aziende agricole locali che offrono una gamma straordinaria di prodotti a chilometri zero. Anche questo esperimento nasce con l’obiettivo di incentivare la filiera corta. Quando facciamo la spesa, quando ceniamo al ristorante o ci concediamo il piacere di un aperitivo, chiediamoci sempre da dove arrivano e chi ha lavorato i cibi del menù, premiando la scelta delle produzioni del nostro territorio che sono assoluta garanzia di sicurezza alimentare, di qualità e di stagionalità» conclude infine il segretario di zona della Coldiretti di Pontecorvo, Tommaso Di Brango.

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *