Il sindaco Caligiore: “Ceccano protagonista con la Partita del Cuore”

Condividi la notizia!

Si è tenuta, presso la sala consiliare del Comune di Ceccano, la conferenza stampa per presentare la “Partita del Cuore” in programma il prossimo 8 giugno al “Popolla”, a partire dalle ore 17,30, organizzata dal Ceccano Calcio 1920 e dall’associazione “Altre…Menti Frosinone”, con il patrocinio del Comune di Ceccano e sponsorizzata dal Conad-Gruppo Mazzocchi e ItalyGlass. Un appuntamento importante finalizzato alla raccolta fondi a favore dell’associazione “Altre…Menti” che si occupa dei ragazzi autistici e per celebrare la vittoria in campionato della squadra rossoblu salita in Promozione. E’ stato proprio il sindaco Roberto Caligiore, unitamente al consigliere comunale Ginevra Bianchini, ad ospitare la presentazione di questo importante evento che arriva in un momento di grande partecipazione sportiva e sociale nel territorio fabraterno. Per il Ceccano calcio 1920 erano presenti il direttore generale Sergio Milo, il responsabile del settore giovanile Guido Compagnone e il dirigente Franco Pecchia, mentre, per l’associazione “Altre…Menti” il presidente Marco Massa e la vice presidente Anna Maria Salino. Gradita anche la presenza di Antonio “Tonino” Pizzuti, dirigente della Frabrateria Vetus e tra gli organizzatori della “Partita del Cuore”.

Nel prendere la parola Sergio Milo ha posto in risalto il grande impegno della società presieduta da Thomas Iannotta nel sostenere l’associazione “Altre…Menti”. “E’ un progetto – tiene a sottolineare – partito un anno fa e sul quale ci siamo impegnati in modo concreto. Durante la stagione abbiamo destinato il quaranta per cento del biglietto d’ingresso allo stadio all’associazione. Riteniamo però che non basti e allora ecco perché la “Partita del Cuore”. In questi giorni stiano provvedendo alla raccolta fondi acquistando il biglietto per la partita al costo di 3 euro. Vorrei invitare i cittadini a sostenere questa iniziativa perché l’intero ricavato andrà all’associazione “Altre…Menti”. Anche a nome del Ceccano calcio 1920 sono orgoglioso di contribuire a regalare momenti di felicità ai ragazzi seguiti dall’associazione”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente dell’associazione Marco Massa: “Vorrei ringraziare il sindaco Caligiore – si è limitato a dire – il quale ci ha sempre sostenuto ed è stato anche il principale promotore, quando era consigliere d’opposizione, a farci avere un sede e ad impegnarsi costantemente verso la nostra associazione. Anche l’impegno del Ceccano Calcio 1920 è notevole e sta consentendo ai nostri ragazzi, oltre che fisicamente, di crescere anche a livello cognitivo-comportamentale”. Il consigliere comunale Ginevra Bianchini ha posto in evidenza invece l’impegno dell’amministrazione comunale verso realtà come l’associazione “Altre…Menti”. “Sono convinta che iniziative come questa possa far crescere l’intera comunità e ci arricchiscano – ha sottolineato – Per questo è importante la collaborazione anche con questa realtà che riesce a coinvolgere vari settori del nostro territorio. Noi siamo coinvolti sia come servizi sociali che come sport e cultura. Grazie per quello che fate ogni giorno verso questi ragazzi”.
Dopo i saluti di Anna Maria Salino e Tonino Pizzuti, ha preso la parola il sindaco Roberto Caligiore. “Oggi siamo in presenza di ciò che occorre fare da parte di ognuno di noi – ha esordito – La partita del cuore rappresenta un cerchio che si chiude, ma che ne apre altri. L’amministrazione comunale deve essere sempre presente nel sociale e ricordo molto bene che mi sono fatto promotore, quando ero consigliere comunale d’opposizione, grazie anche al supporto logistico del funzionario Filippo Sodani, affinché i ragazzi dell’associazione “Altre…Menti” avessero una loro sede. Ed è importante che anche altre realtà siano coinvolte in progetti simili. Recentemente ho avuto contatti con vari istituti scolastici del nostro territorio al fine di coinvolgere gli insegnanti verso le problematiche dell’autismo e come intervenire anche a livello nazionale. Nel fare i complimenti alla squadra di calcio che ha vinto il campionato, penso che una spinta notevole sia arrivata proprio dai ragazzi autistici sempre presenti nelle gare casalinghe. Per questo ribadisco che, con la partita del cuore, si chiude un cerchio, ma se ne devono aprire altri”. E allora non resta che attendere il prossimo 8 giugno, a partire dalle ore 17,30 al Popolla, per trascorrere insieme un pomeriggio di sport, divertimento e, soprattutto, di solidarietà.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *