Una falsa partenza condanna la BPC: al PalaFacchetti finisce 90-80 per Treviglio

Condividi la notizia!

Remer Blu Basket Treviglio – BPC Virtus Cassino 90-80

 

Remer Blu Basket Treviglio: Lorenzo Caroti 24 (0/0, 7/10), Chris Roberts 20 (2/5, 4/8), Mitja Nikolic 19 (2/4, 4/5), Jacopo Borra 12 (4/6, 0/1), Andrea Pecchia 6 (2/5, 0/1), Davide Reati 6 (0/2, 2/3), Ursulo D’Almeida 2 (0/3, 0/0), Edoardo Tiberti 1 (0/1, 0/0), Mattia Palumbo 0 (0/1, 0/4), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0), Matteo Belotti 0 (0/0, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 29 – Rimbalzi: 34 10 + 24 (Mitja Nikolic, Jacopo Borra 8) – Assist: 22 (Andrea Pecchia 5)
All. Vertemati
BPC Virtus Cassino: Michael Adetokunbo ojo 26 (8/14, 3/9), Luca Castelluccia 17 (3/6, 3/8), Sava Razic 12 (2/3, 2/2), Francesco Paolin 8 (4/4, 0/0), Mike Hall 7 (2/4, 0/4), Gennaro Sorrentino 7 (1/4, 1/2), Angelo Guaccio 3 (0/2, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/0, 0/1), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 27 8 + 19 (Mike Hall 11) – Assist: 8 (Mike Hall 4)
All. Vettese

Parziali: (33-18, 16-17, 19-23, 22-22)

Alla fine riesce a vincere, la Remer Treviglio di coach Vertemati, che dopo un’ottima partenza nel primo quarto, subisce la risalita della Virtus Cassino, che a tre minuti dalla fine, arriva fino al -3, ma non riesce ad avere le forze necessarie per completare l’opera e portare i due punti a casa.
Arriva la nona sconfitta consecutiva per la BPC, che nonostante l’ennesima battuta d’arresto, da sempre la sensazione di essere sul pezzo e viva, convinta di potersela giocare fino in fondo nella lotta per non retrocedere.
Senza Raucci, e con più di qualche giocatore a mezzo servizio in virtù di vari acciacchi fisici, la BPC lotta fino in fondo, e con un super Ojo, un chirurgico Castelluccia ed un sorprendente Razic, quasi sfiora l’impresa, salvo poi arrendersi al cospetto di una Remer più che precisa al tiro, capace di colpire e di punire ad ogni minima disattenzione gli uomini di coach Vettese.
Passando alla cronaca del match, Treviglio inizia l’incontro con il quintetto formato da Caroti, Roberts, Pecchia, Nikolic e Borra; dall’altra parte coach Vettese schiera Paolin, Ojo, Guaccio, Castelluccia e Hall.
I primi punti del match portano la firma di Pecchia per Treviglio, al quale con tarda la risposta del numero 5 cassinate, Ojo. Borra fa la voce grossa sotto le plance e rifila alla Virtus un 4-0 di parziale, che porta i suoi sul 6-2. Non tarda la reazione dei lupi virtussini con Castelluccia, ma Roberts punisce nuovamente da oltre l’arco la cattiva difesa degli uomini di Vettese. Paolin e Castelluccia provano a trascinare i suoi, ma Nikolic e Caroti ricacciano ancora indietro la Virtus. Sono Ojo e sempre il solito Castelluccia a suonare la carica, ma è ancora Caroti con una tripla a far male a Cassino. Vettese chiama time-out sul 18-13 per i padroni di casa, ed al rientro Ojo firma 2 punti che sembrano dare nuovamente fiducia a Cassino, ma Reati, Caroti e Nikolic sono glaciali da oltre l’arco. In contropiede, Borra e Reati mettono ancora punti a referto, e la Virtus si allontana terribilmente dagli ospiti: 31-15 il parziale a poco più di un minuto dalla fine del quarto. Questa volta è Guaccio per la Virtus che tenta di dare uno scossone, ma è ancora Borra a non far respirare i viaggianti. Al primo mini-intervallo il tabellone recita 33-18. Nel secondo quarto, si riparte con il botta e risposta da tre punti tra Ojo e Reati; dopo 3′ in cui si segna poco o nulla, Tiberti segna dalla lunetta dopo un fallo di Hall, mentre per la Virtus sono Sorrentino ed il solito Castelluccia a fare cose buone. Con il -10 rossoblù, Vertemati chiama time-out. Al rientro, due palle perse consecutive per i padroni di casa, e sono Paolin e Castelluccia ad approfittarne. Dopo una pausa forzata per falli, lo staff tecnico lombardo rimanda in campo Caroti, che firma un mini-parziale di 5-0 con l’ausilio dei compagni Roberts e D’Almeida. Si va all’intervallo lungo con il punteggio di 46-35 per i padroni di casa.

Nella terza frazione, Caroti decide di mettere al sicuro i due punti in palio, e trova il fondo della retina con due triple che lanciano sul +20 i padroni di casa. Ojo, Sorrentino e Hall non ci stanno e scrivono a referto il contro-parziale cassinate. Borra segna dalla lunetta, Ojo, Guaccio ed Hall accorciano ancor di più le distanze. Sul 57-44 Vertemati chiama time-out. Al rientro in campo, la Remer sembra subire l’energia messa in campo dagli uomini di Vettese, che con la tripla di Razic dall’angolo arrivano al -8, 58-50. Nel finale di periodo Nikolic tenta di prendere in mano le redini dei suoi, ma Razic, Ojo e Paolin non perdonano: -10 al 30’, 68-58.
Nell’ultima frazione, aprono le danze Ojo e Nikolic, prima che Razic segni di nuovo da oltre l’arco e costringa lo staff tecnico lombardo ad un altro time-out sul 72-65. Il trend negativo per i padroni di casa, però, non s’inverte ed i viaggianti rosicchiano altri due preziosissimi punti con il canestro nel pitturato sempre di Razic. Pecchia intanto esce per 5 falli, e per Treviglio la situazione si fa complicata. Sorrentino, dopo aver subito il fallo in attacco proprio dal capitano della Remer, firma in sottomano i punti del -3 a poco meno di quattro minuti dalla fine. Il canestro del numero 22 rossoblù fa accendere la spia della riserva alla Virtus Cassino, che pare non averne più. Non tarda ad arrivare cosí la reazione dei trevigliesi, che con 4 punti di Roberts e l’1/2 dalla lunetta di Borra, ritornano sul +8, 77-69. Ojo segna altri due punti, ma Roberts vuole lasciare il segno, e prima segna 6 punti di fila, poi serve un cioccolatino sul mezz’angolo per la tripla di Nikolic. “Game, set and match”, per utilizzare un’espressione tennistica, ma a poco meno di 3’ minuti dalla fine della gara, il +11 della Remer, è uno svantaggio oramai troppo grande da recuperare. Ojo e Paolin continuano a colpire, ma anche Roberts non sbaglia più un tiro. A Treviglio non resta altro che amministrare. La partita termina con un 1/2 ai liberi di Ojo, che fissa il punteggio finale sul 90-80.
Non bastano alla BPC, dunque, le ottime prestazioni di Ojo, che conclude con 26 punti e 5 assist, di Castelluccia (17 punti e 4 rimbalzi, ndc) e dalla panchina di Razic (12 punti e 4 rimbalzi, ndc), per portare a casa i due punti. Troppa discontinua la prova di Hall, che finisce la gara con 7 punti, 11 rimbalzi e 4 assist.
Per Treviglio, eccellenti le prove di Caroti, Roberts, Borra e Nikolic.

Le parole nel post-partita di coach Vettese: “Sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Mettendo da parte una prima frazione dove non abbiamo seguito il piano partita, non posso che essere contento della reazione che hanno avuto nei restanti tre quarti, dove hanno dimostrato carattere, grinta, voglia e fame. Sono queste le caratteristiche che devono far parte della nostra pallacanestro in questo finale di stagione. Dobbiamo allenare la nostra mente ai play-out, ed oggi è stato sicuramente un ottimo test. Ce ne restano altri e 4, dove dobbiamo continuare a fare questo tipo di prestazioni. Sono sicuro che, continuando così, riusciremo ad uscire da questo momento ‘no’ e a disputare dei play-out di livello e non da vittima sacrificale”.
Prossima gara per le ‘V’ cassinati, settimana prossima, nell’anticipo della 27^ giornata di sabato, contro Bergamo.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *