Verso Frosinone-Roma: giallorossi a caccia di punti per il quarto posto

Condividi la notizia!

Dopo il ko in casa della Juventus, il Frosinone è atteso domani sera da una sfida piuttosto ostica. Al “Benito Stirpe” arriva infatti una Roma galvanizzata dagli ultimi risultati positivi in campionato (due vittorie di fila) e in Champions League (successo nella gara d’andata degli ottavi di finale contro il Porto). La prova di lunedì sera contro il Bologna, tuttavia, non è stata delle migliori e i felsinei avrebbero meritato quantomeno un pareggio nel match dello stadio “Olimpico”. Tante le occasioni concesse dai giallorossi che sono rimasti in partita grazie alle parate del proprio portiere Robin Olsen, fin qui molto criticato per il suo rendimento. I lupacchiotti si trovano attualmente in quinta posizione a una sola lunghezza dal Milan e dalla zona Champions. 41 i punti conquistati finora, frutto di 11 vittorie e 8 pareggi a fronte di 5 sconfitte.

In stagione mister Eusebio Di Francesco ha alternato il 4-3-3 e il 4-2-3-1, modulo che sarà riproposto anche in terra ciociara. A difesa della porta di Olsen, confermato il quartetto composto da Alessandro Florenzi, Kostas Manolas, Federico Fazio e Aleksandar Kolarov. Come prime alternative per il pacchetto arretrato ecco lo spagnolo Ivan Marcano, il brasiliano Juan Jesus e l’ex Inter Davide Santon. A fungere da frangiflutti davanti alla difesa troviamo Steven Nzonzi e il capitano Daniele De Rossi, favorito su Bryan Cristante per una maglia da titolare.

Lorenzo Pellegrini agirà da trequartista, con Nicolò Zaniolo, autentica rivelazione all’interno dello scacchiere romanista, e Stephan El Shaarawy a posizionarsi da esterni offensivi. “Il Faraone” è in ballottaggio con l’olandese Justin Kluivert, mentre sono destinati alla panchina il giovane croato Ante Ćorić, l’argentino Javier Pastore e il turco Cengiz Ünder, al rientro dopo la lesione al retto femorale sinistro rimediata a fine gennaio. Proprio questi ultimi due erano stati protagonisti nel 4-0 dell’andata, avendo realizzato le prime due marcature dei capitolini che avevano poi dilagato grazie ai gol di El Shaarawy e Kolarov.

Il riferimento avanzato sarà ovviamente Edin Džeko, autore di dieci reti in stagione equamente distribuite tra Serie A e Champions League. Non sarà del match, invece, Patrik Schick, ai box per una lesione ai flessori della coscia sinistra. Per il Frosinone si tratta di una gara sulla carta proibitiva, ma l’atteggiamento e il gioco visti nelle ultime uscite fanno ben sperare i tifosi giallazzurri. Servirà una prestazione impeccabile per strappare un risultato positivo che costituirebbe una grande iniezione di fiducia per la squadra di Baroni. Il giudice supremo, ovviamente, è il campo; il nostro auspicio è che il Leone riesca a domare la Lupa e a compiere un passo importante verso la salvezza.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it”, con il settimanale “Tu Sport” e con il quindicinale “Alé Frosinone” oltre che con i portali “CalcioMercato.com” e “MondoSportivo.it”, di cui è caporedattore.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *