Verso Sampdoria-Frosinone: i blucerchiati sognano l’Europa

Condividi la notizia!

La sconfitta di Napoli ha rallentato la corsa verso l’Europa della Sampdoria che si trova ora a due lunghezze dal sesto posto. Mister Marco Giampaolo ha dato un’impronta chiara alla sua squadra puntando sul collaudato 4-3-1-2 e, alla terza stagione sulla panchina doriana, punta a migliorare il decimo posto ottenuto negli ultimi due campionati.

La titolarità dei pali è affidata al portiere scuola Juventus Emil Audero, con l’ex Napoli Rafael Cabral e lo sloveno Vid Belec come alternative. Lo schieramento difensivo vede Joachim Andersen sicuro del posto al centro della difesa, con uno tra Omar Colley e Lorenzo Tonelli ad affiancarlo. Sulla corsia destra spazio al polacco Bartosz Bereszynski, mentre a sinistra, vista la squalifica di Nicola Murru, dovrebbe esordire dal primo minuto il brasiliano in prestito dal San Paolo Júnior Tavares. Da valutare le condizioni dell’esterno Jacopo Sala, partirà dalla panchina, invece, l’ex Bologna Alex Ferrari. Nel mercato invernale sono stati ceduti in prestito il vicecapitano Vasco Regini alla SPAL, il francese Maxime Leverbe al Cagliari e l’ex Latina Gabriele Rolando al Carpi. In cabina di regia agirà lo svedese Albin Ekdal, con il polacco Karol Linetty e il belga Dennis Praet come mezzali. Con Edgar Barreto non al meglio, mister Giampaolo può contare inoltre sul nazionale ceco Jakub Jankto e sul promettente classe ‘98 Ronaldo Vieira. Per il ruolo di trequartista è ballottaggio tra l’uruguaiano Gastón Ramírez, autore di ben quattro gol negli ultimi due mesi, e l’ex Fiorentina Riccardo Saponara, autore finora di due gol e quattro assist in campionato.

Capitano e punta di diamante dei blucerchiati è ovviamente Fabio Quagliarella che, a suon di reti, ha convinto il CT azzurro Roberto Mancini a convocarlo in Nazionale a 36 anni appena compiuti. Sono 16 le marcature realizzate dall’attaccante doriano che con ben 11 centri consecutivi riesce a eguagliare il record di Batistuta stabilito nella stagione 1994/95. L’infortunio di Gianluca Caprari, fermato da una frattura del perone destro, e la cessione del polacco Dawid Kownacki in prestito al Fortuna Düsseldorf hanno favorito gli arrivi di Manolo Gabbiadini dal Southampton e di Marco Sau dal Cagliari. Un reparto d’attacco di livello per Giampaolo che ha a disposizione anche Gregoire Defrel, mattatore nello 0-5 della gara d’andata del “Benito Stirpe” con una doppietta. Sarà proprio il francese a giocarsi una maglia con Gabbiadini per affiancare Quagliarella. Servirà una grande prova da parte del Frosinone per uscire con un risultato positivo dal fortino “Marassi”, che nelle ultime quattro uscite ha fruttato altrettante vittorie a una Samp determinata a giocarsi al meglio le sue chance europee.

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it”, con il settimanale “Tu Sport” e con il quindicinale “Alé Frosinone” oltre che con i portali “CalcioMercato.com” e “MondoSportivo.it”, di cui è caporedattore.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *