Al PalaCoccia, una Lube da bottino pieno

Condividi la notizia!

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3
PARZIALI: 20-25 (‘24); 21-25 (‘24); 22-25 (‘29)

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Kedzierski 2, Petkovic 18, Caneschi 1, Di Martino 2, De Barros Ferreira 6, Fey 8, Bonami (L), Marrazzo 1, Esposito n.e., Rawiak n.e., Nielsen n.e., Mauti (L). I All. Barbiero; II All. Colucci. B/V 5; B/P 13; muri: 4.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 3, Sokolov 14, Kovar 5, Leal 15, Diamantini 4, Balaso (L), D’Hulst, Simon 10, Cester 2, Massari n.e., Juantorena n.e., Sander n.e., Cantagalli, Marchisio (L) n.e.. I All.Ferdinando De Giorgio; II All. Marco Camperi. B/V 4; B/P 17; muri: 8.
ARBITRI: Umberto Zanussi, Gianluca Cappello.
TERZO ARBITRO: Mancini.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Arienzo.
SEGNAPUNTI: Tanzilli.
MVP: Yoandy Leal.
SPETTATORI: 878.

Al PalaCoccia di Veroli bottino pieno in tre set per la Cucine Lube Civitanova contro una Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che, nonostante la testa e la qualità messa in campo, non è riuscita a entrare completamente nel match.
Ha infastidito in battuta i suoi avversari, ha tenuto i set in equilibrio fino a oltre ogni loro metà, ma poi ha subìto l’alto livello di gioco che i ragazzi di Fefè De Giorgi riescono a esprimere su tutta la rete. Così l’MVP Leal e i suoi compagni hanno spaccato e chiuso ogni game del settimo turno del girone di ritorno della SuperLega Credem Banca.
“Sicuramente non abbiamo fatto la nostra miglior partita – commenta coach Mario Barbiero -. Avevamo davanti un avversario completo e compatto che non ci ha permesso di entrare nel match, però comunque la nostra qualità si è vista durante il match. Potevamo fare di più, ma non mi sento di criticare i ragazzi perché sono stati con la testa in campo, hanno ragionato in tutte le situazioni e quindi, credo vada bene così. Non abbiamo vinto neanche un set e per noi anche quelli sono importanti, ma adesso pensiamo alla prossima gara”.
“Volevamo portare a casa 3 punti prima di affrontare la Coppa Italia – spiega invece mister Ferdinando De Giorgi – e ci siamo riusciti. Credo che siamo stati abbastanza continui ed era importante cercare di non far galvanizzare Sora che è una squadra che, quando incomincia a giocare, è capace di grandi cose”.
Allo starting player coach Mario Barbiero si affida alla regia del polacco Kedzierski in diagonale con Petkovic, alla coppia di centrali Caneschi e Di Martino, ai posti 4 Fey e Joao Rafael, e al libero Federico Bonami in ricezione e Mauti in difesa.
Mister Fefè De Giorgi schiera propone invece la diagonale Bruno-Sokolov, Diamantini al centro assieme a Simon, la banda Kovar in coppia con Leal, e Balaso libero.
In avvio di gara, Lube subito alla conduzione 3-5 aiutata dai 3 errori locali. Kedzierski di seconda intenzione guadagna il cambio palla e poi va in battuta, nel frattempo sulla rete la prima linea sorana non lascia passare nulla con Joao Rafael a murare Sokolov e Caneschi imperioso su Leal per il sorpasso del 6-5. L’ace di Leal riporta i sui avanti di un break, ma dopo il time out discrezionale di coach Barbiero, la Globo aggancia nuovamente al 12-12 e, con il suo palleggiatore a segno dai nove metri e lo schiacciatore brasiliano a bloccare le intenzioni di Sokolov, è avanti 17-15. A spaccare il set in favore dei cucinieri, è il turno al servizio di Bruno che con 4 turni consecutivi guidati sulla rete da Simon, segna un gap incolmabile di 5 lunghezze al 18-22. Petkovic prova a interrompere la striscia positiva e a invertire la rotta, ma oramai il game è nel segno del centrale cubano che lo archivia 20-25.
Il secondo set si apre come il precedente, con il 3-5 rimesso in parità al 7-7 dall’ace di capitan Petkovic. L’altro servizio vincente di Fey mette Sora alla guida con il +2 tenuto stretto anche da Caneschi al 14-12. Lube al break point della nuova parità, 14-14, e poi, dopo la breve interruzione di Fey, al parziale positivo di 4-0 guadagnato a muro, per il vantaggio del 15-18. Di Bruno la battuta fortunosa che aiutata dal nastro fa salire il vantaggio al +4 del 16-20 e che Sora non riuscirà più a colmare per il 21-25 archiviato dal prepotente lungo linea di Sokolov.
È un copione scritto ed entrambi i sestetti lo rispettano, Civitanova nel terzo set con Cester in campo al posto di Diamantini, scappa 1-4 e la Globo rincorre benissimo per la parità del 7-7 stabilita dall’ace di Fey. Riparte subito la corsa Lube che dopo il break point di vantaggio si infrange nel primo tempo di Di Martino e la prima intenzione di Kupono Fey che valgono il 12-12. Questa volta è il turno dai nove metri di Kovar a rompere l’equilibrio con il +4 del 13-17 che in parte ha avuto una risposta da Petkovic in attacco e Marrazzo all’ace per il 16-18. Leal riporta i suoi sul +4 e Simon lo conferma al 17-21. È Sokolov a regalare ai suoi 5 palle match, Fey e Petkovic ne annullano 3 ma non bastano a Sora per tenere ancora la contesa aperta. 22-25 e 3-0 per Civitanova al PalaCoccia.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *