Udinese in crisi di risultati

Condividi la notizia!

Quart’ultima in classifica a quota 13 punti, l’Udinese riceve il Frosinone con l’obiettivo di tornare a fare risultato dopo le ultime due sconfitte di fila. Con l’avvento di Davide Nicola, subentrato dalla tredicesima giornata allo spagnolo Julio Velázquez, i friulani hanno centrato una vittoria prestigiosa con la Roma, un pareggio con il Sassuolo e appunto le due sconfitte sopracitate contro Atalanta e Inter. Il bilancio in casa bianconera parla di tre successi, quattro pari e nove ko, con 13 gol all’attivo e 22 al passivo. Nell’ultimo incontro a “San Siro” contro l’Inter, l’Udinese è andata vicina a strappare un punticino, dovendosi però arrendere al “cucchiaio” di Icardi su calcio di rigore.

Mister Nicola schiera i suoi con il 3-5-2: a difesa dei pali spazio all’argentino Juan Musso, completano il roster di portieri Simone Scuffet e il brasiliano Nicolas. Il pacchetto arretrato comprende il danese Jens Stryger Larsen, l’olandese Bram Nuytinck e il nigeriano William Troost-Ekong. Come prime alternative ecco il maliano Molla Wague e il ghanese Nicholas Opoku, mentre è attualmente ai box per infortunio il brasiliano Samir, operato due settimane fa per la ricostruzione delle strutture capsulo legamentose della caviglia destra che lo terrà fuori per due-tre mesi. Sulla corsia destra sta trovando continuità l’olandese Hidde ter Avest, sulla sinistra, invece, Marco D’Alessandro è favorito su Giuseppe Pezzella per una maglia da titolare.

A dirigere il gioco c’è capitan Valon Behrami, con l’ivoriano Seko Fofana e il nazionale Under-21 Rolando Mandragora che agiscono come mezzali. Il tecnico bianconero deve fare a meno degli infortunati di lungo corso Emmanuel Agyemang-Badu e Svante Ingelsson, ma può contare sul recupero di Antonín Barák che negli ultimi mesi ha combattuto con una fastidiosa lombalgia. Le altre opzioni per la mediana sono il talento della Cantera friulana Simone Pontisso, il croato Andrija Balić e il senegalese Mamadou Coulibaly.

La coppia d’attacco sarà composta da Rodrigo de Paul, miglior marcatore stagionale con sei centri finora, e Kevin Lasagna, a segno per tre volte fino a questo momento. L’attaccante della Nazionale tornerà a vestire i gradi da titolare, a fargli posto sarà così l’argentino Ignacio Pussetto. Sicuro assente il polacco Łukasz Teodorczyk dopo il grave infortunio che lo ha costretto a un’operazione per ernia inguinale. Partiranno dalla panchina, invece, il brasiliano Felipe Vizeu, il venezuelano Darwin Machís e il serbo Petar Mićin.

L’Udinese va a caccia di punti per uscire dalla crisi e allungare sulla zona retrocessione. Per il Frosinone, però, è una sfida da dentro o fuori: una vittoria permetterebbe ai giallazzurri di portarsi a due lunghezze dai bianconeri, mentre una sconfitta farebbe precipitare ulteriormente le chance di salvezza visti i potenziali otto punti di distacco dal diciassettesimo posto.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.