Arpino – “Dalle scarpe rosse alle bambole di Serena”: un’iniziativa contro il femminicidio

Condividi la notizia!

“Dalle scarpe rosse alle bambole di Serena: una storia per mille volti”: è questo il titolo dell’iniziativa prevista sabato 24 novembre alle ore 10 a Palazzo Boncompagni ad Arpino in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre, organizzata dall’associazione Helvia e dal I.I.S. tulliano sez. Liceo Scientifico, in collaborazione con la Pro loco e con il patrocinio di Anci Lazio e del Comune di Arpino.

«Sensibilizzare ed educare la cittadinanza, in particolare i giovani, al rispetto della donna e alla parità di genere è un impegno che ho preso al di là della politica e dei ruoli – ha commentato il Consigliere comunale Rachele Martino, componente del Direttivo Regionale di Anci Lazio – L’evento si preannuncia ricco di spunti di riflessione grazie alla presenza di illustri ospiti come Gaia Fraioli, cugina di Serena Mollicone, Tiziana Belli Commissario della Polizia di Stato, Vanessa Villani del Telefono Rosa di Frosinone. Vorrei ringraziare il dirigente scolastico Paola Materiale, dimostratasi da subito sensibile verso il delicato argomento, il sindaco Renato Rea per aver concesso il patrocinio e gli insegnanti coinvolti nell’evento» ha concluso infine Rachele Martino.

La locandina dell’evento

Ricordando Serena Mollicone

Nel corso della mattinata si parlerà di Serena Mollicone e di tutte le donne vittime di femminicidio.

Il 25 novembre ricorre la Giornata contro la violenza sulle donne ed il Liceo Scientifico Tulliano di Arpino vuole ricordare tutte le vittime di violenza e femminicidio, lanciare un messaggio alle giovani generazioni affinché questa ondata di dolore e morte possa finire e possa quindi trasformarsi in un mare d’amore!

«I nostri alunni – ha spiegato la professoressa Sara Caramanica – hanno preparato dei lavori che hanno al centro proprio il tema del femminicidio e, attraverso disegni, poesie e musica, hanno cavalcato i secoli per dimostrare che la violenza sulle donne purtroppo esiste da sempre ed oggi è quanto mai allarmante. I progetti sono stati realizzati con l’aiuto degli insegnanti; voglio ringraziare per questo il Referente di Sede, il professor Marco Gabriele e le professoresse Gioia Pallagrosi, Oliva Impastato e Georgia Gabriele per la preziosissima collaborazione» ha concluso infine Sara Caramanica.

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Cassino con una tesi dal titolo “Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie”. Collabora con il quotidiano online “TuNews24.it” e con il settimanale cartaceo “Tu News”, dove all’interno cura anche la rubrica enogastronomica “Tu Food”. In passato ha collaborato anche con il quotidiano “Ciociaria Oggi” e con il quotidiano online “L’Unico – Quotidiano Indipendente di Roma”.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *