Emergenza fiume Sacco, dalla Provincia arriva un segnale forte al territorio

Condividi la notizia!

L’unione fa la forza, in particolare quando bisogna difendere il territorio e l’ambiente. È stato un segnale importante quello che ha dato il Presidente Antonio Pompeo chiedendo la convocazione del Coordinamento dei Sindaci della Valle del Sacco nel Salone della Provincia di Frosinone e che il sindaco del Comune capofila, Domenico Alfieri, ha sollecitamente recepito.

Una riunione importante per fare il punto della situazione dopo gli ultimi episodi d’inquinamento dei corsi d’acqua accaduti nei giorni scorsi.

Il discorso del Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo

«Questa riunione – ha spiegato Pompeo – vuole essere la risposta del territorio, in particolare degli amministratori locali, ad un problema che non può più essere affrontato con azioni sporadiche, ma necessita di una strategia condivisa che veda proprio i Comuni e la Provincia prendere in mano la situazione e mettere sul tavolo azioni sia come amministrazioni locali, sia sollecitando le Istituzioni che hanno competenza ad intervenire. È un sostegno al lavoro del Coordinamento che già ha fatto tanto in tal senso.

Questo incontro può essere anche l’occasione per pensare ad un documento unitario per richiedere un’accelerazione sull’iter per sbloccare le risorse sulla bonifica della Valle del Sacco» ha continuato il Presidente della Provincia, evidenziando come l’azione politica si debba concentrare anche per sfruttare le opportunità concesse dall’Accordo di Programma, che prevede proprio la riqualificazione della Valle del Sacco ma non solo: «La Regione Lazio – ha detto il Presidente Pompeo – ha varato in Commissione Ambiente un provvedimento importante per finanziare i progetti di tutela delle acque. Dobbiamo agire in maniera unitaria affinché questi fondi vengano messi a disposizione per il Fiume Sacco e che le procedure amministrative non diventino un ostacolo.

È stata una riunione importante e fruttuosa – ha concluso Pompeo – grazie a tutti i sindaci e alle associazioni per la loro presenza e il loro prezioso contributo. Vogliamo dare maggiore forza al lavoro del Coordinamento e continuando ad operare in sintonia certamente otterremo preziosi risultati».

Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo

Le zone riguardanti la bonifica

Il Presidente Pompeo ha parlato di una duplice azione, rispetto al tema della salvaguardia della Valle del Sacco. Un’azione politica per richiedere che i progetti messi in cantiere fino ad oggi, trovino applicazione. In particolare, l’immediata bonifica degli otto siti già individuati dal Ministero dell’Ambiente: Area ex Olivieri (Ceprano Falvaterra) – Ex Cartiera Vita Mayer (Ceprano) – Ex Europress (Ceprano) – Ex Cartiera (Ferentino); discarica Le Lame (Frosinone) – Ex polveriera Anagni; SNIA BPD Bosco Faito (Ceccano) – Ex Cava Pietrisco Anime Sante (Ceccano).

Inoltre, ha focalizzato quanto discusso durante la riunione e ha sintetizzato altre direttrici verso le quali muoversi nei prossimi giorni: un protocollo delle attività di controllo in modo da rendere veloce e univoco in tutti i Comuni rivieraschi l’intervento in caso di emergenza; mettere in campo tutte le procedure in breve tempo per ottenere le linee guida per le autorizzazioni nel Sin.

Condividi la notizia!

Monica D'Annibale

Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Cassino con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".