La protesta dei docenti precari: supplenze Frosinone la beffa dei “numeri primi”

Si realizza l’ennesima profonda ingiustizia, che, questa volta, si sarebbe potuta evitare con poco. Se la procedura si fosse svolta PER TUTTI, A DISTANZA DI UNA SETTIMANA da quel 15 settembre, con tutte le disponibilità di cattedre della provincia, tutti i docenti aspiranti (specializzati e non) avrebbero potuto comunque lavorare

Leggi il seguito