domenica 26 Maggio 2024
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAttualitàFrosinone, rigenerazione urbana: successo per la presentazione dell’art. 3, legge regionale 7/2017

Frosinone, rigenerazione urbana: successo per la presentazione dell’art. 3, legge regionale 7/2017

Il sindaco Mastrangeli: «È uno straordinario segnale di apertura ai privati, a cui si concede la facoltà di recuperare il proprio patrimonio edilizio»

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Teatro Vittoria gremito di cittadini, professionisti e operatori privati per parlare di rigenerazione urbana e recupero edilizio, in occasione della giornata di presentazione dell’art. 3, legge regionale n.7/2017, organizzata dal Comune di Frosinone su indirizzo del sindaco Riccardo Mastrangeli.

Il commento del sindaco Riccardo Mastrangeli

«L’obiettivo dell’Amministrazione, con l’avviamento dell’iter per l’attuazione dell’articolo 3 – ha affermato il sindaco Mastrangeli – è favorire il miglioramento della qualità ambientale e architettonica dello spazio insediato, contenendo il consumo di suolo. Il programma che stiamo portando avanti prevede la messa in atto di iniziative che accompagnino la città verso una crescita sostenibile, secondo un nuovo modello urbano, di città integrata con il proprio territorio, significativamente dotata di infrastrutture e di servizi di valore, nell’ottica di un incremento della qualità della vita per tutti i cittadini. Sarà quindi possibile ottenere un complessivo innalzamento degli standard di sicurezza ed ecosostenibilità del patrimonio edilizio esistente. La nostra visione comprende la realizzazione di una città adeguata agli standard europei, attraverso investimenti a favore di una nuova mobilità, nella direzione della transizione ecologica e di una maggiore vivibilità degli spazi urbani, intesi anche come spazi di socializzazione e di incontro. Per raggiungere questi obiettivi, è necessaria una operazione di ricucitura del tessuto urbano, affinché diventi più armonico e più funzionale alle esigenze delle persone».

- Pubblicità -
Il sindaco di Frosinone, Riccardo Mastrangeli

«L’Amministrazione – ha proseguito il sindaco – ha concluso le attività di recepimento della normativa, definendo il perimetro complessivo di applicazione. Il Comune di Frosinone, quindi, offrirà ai cittadini una grande opportunità per il recupero degli edifici esistenti. In buona parte del territorio, circa il 50%, si potrà demolire, ricostruire e delocalizzare. Ma si potrà anche cambiare l’uso dell’immobile. È uno straordinario segnale di apertura ai privati, a cui si concede la facoltà di recuperare il proprio patrimonio edilizio».

Il convegno

Il convegno si è aperto con i saluti istituzionali del sindaco Mastrangeli. Sono seguiti gli interventi dell’ingegner Benito Caringi e dell’architetto Luca Faticanti, responsabile e funzionario del settore urbanistica comunale, e dell’architetto Demetrio Carini, consulente per lo svolgimento delle attività di supporto alla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio in materia urbanistico-edilizia e ambientale.

- Pubblicità -

L’architetto Carini, in particolare, illustrando nel complesso le disposizioni della legge regionale n. 7/2017, ha evidenziato che l’Amministrazione regionale si appresta a dare avvio ad un percorso di riforma e revisione, al fine di dare attuazione agli elementi cardine attorno ai quali dovrà ruotare nei prossimi anni la strategia di trasformazione delle città laziali: rigenerazione urbana; sostenibilità ambientale, sociale ed economica della pianificazione; certezza dei tempi e delle modalità di attuazione degli interventi. L’ingegner Caringi e l’architetto Faticanti sono, invece, entrati nel merito dell’iter riguardante il Comune di Frosinone.

A seguito della definizione del perimetro complessivo di applicazione, il bando per l’acquisizione di proposte di manifestazione di interesse per l’attuazione dell’art. 3 permetterà di avanzare proposte di intervento da parte di soggetti pubblici o privati, di ristrutturazione urbanistica ed edilizia o interventi di sostituzione edilizia, demolizione e ricostruzione.

- Pubblicità -

La procedura prevede due fasi: nella prima, presentazione della proposta di intervento di riqualificazione e di recupero; valutazione dell’ammissibilità delle proposte pervenute da parte del Servizio competente; parere di competenza da parte della Commissione Urbanistica del Comune.

A seguire, adozione da parte del Consiglio Comunale della delibera; pubblicazione per 30 giorni, più ulteriori 30 per presentare eventuali osservazioni ed opposizioni; controdeduzioni degli uffici comunali ed invio alla Regione – Area Rigenerazione urbana; delibera di Consiglio Comunale di approvazione e trasmissione del provvedimento di approvazione alla Regione.

- Pubblicità -
Monica D'Annibale
Monica D'Annibalehttps://www.tunews24.it
Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale con una tesi dal titolo "Il giornalismo partecipativo e la viralizzazione delle notizie". Collabora con il quotidiano online "TuNews24.it" e con il settimanale cartaceo "Tu News", dove all'interno cura anche la rubrica enogastronomica "Tu Food". In passato ha collaborato anche con il quotidiano "Ciociaria Oggi" e con il quotidiano online "L'Unico - Quotidiano Indipendente di Roma".
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24