mercoledì 19 Giugno 2024
B1-970x250-TUNEWS24
HomeSportCalcioFrosinone, Grosso ai saluti: parte il toto allenatore

Frosinone, Grosso ai saluti: parte il toto allenatore

Due i nomi in pole per sostituire il tecnico di Chieti, ma potrebbe spuntarne anche un terzo

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Il Frosinone cambierà guida tecnica. L’allenatore dei record, Fabio Grosso, ha infatti comunicato alla società la sua volontà di non proseguire la sua avventura sulla panchina giallazzurra. Dopo una cavalcata trionfale che ha portato il Frosinone in Serie A, il tecnico di Chieti ha dunque deciso di lasciare la Ciociaria. Per lui si profila o una nuova esperienza all’estero (il Marsiglia lo ha messo in cima alla lista dei desideri per sostituire Tudor) o di nuovo un campionato in Serie B (la Sampdoria sembra aver già provato a contattare il campione del mondo del 2006).

Il Frosinone, appresa la decisione dell’ormai ex tecnico giallazzurro, non si è fatto trovare impreparato ed ha già contattato i possibili sostituti. Quelli che al momento sembrano aver avuto dei contatti con il DS Angelozzi sono Roberto D’Aversa ed Eusebio Di Francesco.

- Pubblicità -

Il primo gradirebbe e non poco la destinazione Frosinone, mentre il secondo prima di accettare vorrebbe garanzie dal punto di vista tecnico. Ma ci sono anche altri nomi che potrebbero essere valutati dal DS e dal presidente Stirpe nelle prossime ore. Come ad esempio Pecchia, De Rossi o Pirlo. Attesi sviluppi in merito, anche se la sensazione è che se ne saprà di più direttamente domani durante la conferenza stampa di Stirpe.

Grosso, due anni e mezzo vissuti alla grande – Era il 23 marzo 2021 quando Fabio Grosso venne annunciato sulla panchina giallazzurra come successore di Alessandro Nesta. Un Grosso che era a caccia di riscatto dopo diverse delusioni tra Serie A, Serie B ed esperienze all’estero. Un nome che non aveva entusiasmato la folla, ma a distanza di poco più di due anni, però, a parlare per lui sono i numeri: 86 partite sulla panchina giallazzurra, 42 delle quali vinte e una media di 1,74 punti per partita.

- Pubblicità -

Ha valorizzato calciatori come Gatti, Boloca e Zerbin. Un campionato di Serie B – da molti giudicato il più difficile degli ultimi 20 anni – stravinto con una rosa composta da giovani e da qualche senatore che gli ha dato una grossa mano, come ad esempio capitan Lucioni. Grosso andrà via alla fine del suo contratto che scadrà il prossimo 30 giugno.

Una decisione che per un professionista ci sta e non è da giudicare o condannare. Magari sentiva di non poter dare più nulla a questa squadra e di aver fatto già il massimo. Come detto più volte anche dallo stesso direttore Angelozzi, nessuno è costretto a stare in un posto. Se non si hanno più motivazioni è giusto separarsi. Noi non possiamo far altro che dire grazie a Grosso per quanto fatto e augurare a lui le migliori fortune.

- Pubblicità -
Redazione
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24