sabato 13 Luglio 2024
B1-970x250-TUNEWS24
HomeIn EvidenzaTotoassessori Regione Lazio - Alessia Savo è la rosa?

Totoassessori Regione Lazio – Alessia Savo è la rosa?

Giustizia vorrebbe un assessore per la provincia di Frosinone. Dopo la vittoria alle regionali, il presidente Rocca lavora alla costituzione dell'esecutivo

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

di Dario Facci

Daniele Maura, Alessia Savo o Antonello Iannarilli? Tre nomi per un possibile assessorato che spetta a Fratelli d’Italia e anche alla provincia di Frosinone, incredibilmente danneggiata da una legge elettorale assurda che ha concesso solo tre consiglieri anziché il minimo previsto di quattro.

- Pubblicità -

Le voci, perché ovviamente solo di questo ancora si tratta, si accavallano e il rebus, al quale, se risultassero concrete, l’onorevole Ruspandini in primis dovrebbe trovare una soluzione,  non può avere tempi lunghissimi.

Il coordinatore provinciale potrebbe favorire il suo uomo di fiducia, cioè Maura, ma questi, alla prima esperienza, potrebbe non fare i salti di gioia a dimettersi da consigliere regionale per entrare nella Giunta.

- Pubblicità -

Alessia Savo, che non sarebbe la prima scelta di Ruspandini anche per questioni di correnti interne, ha però dalla sua l’esigenza di Rocca di garantire la presenza di quote rosa in Giunta.

Anche il nome di Antonello Iannarilli, però, potrebbe essere preso in considerazione sempre per una serie di equilibri interni. Iannarilli comunque entrerebbe in Consiglio nel caso di dimissioni della Savo per entrare in giunta.

- Pubblicità -

La battaglia non è certo semplice. I romani e i pontini (questi ultimi non appagati dalla rappresentanza di ben 6 consiglieri contro i 4 che spettavano) tendono a fare i conti tra di loro e penalizzare definitivamente la Ciociaria.

Questo perché, come trapela da indiscrezioni di chi ha accesso e orecchie ai tavoli che contano, qualcuno starebbe facendo i conti sulle undici posizioni da coprire, dieci assessori più il presidente del Consiglio Regionale, tentando di scippare anche la posizione che spetterebbe per giustizia oltre che per diritto, alla rappresentanza della provincia di Frosinone.

Dall’ufficio stampa del nuovo presidente Rocca giurano che niente è deciso e, anzi, che la formazione della Giunta regionale e la copertura della carica di Presidente del Consiglio, sono state appena sfiorate. Ovviamente non è vero, da quarantott’ore nelle stanze del Palazzo non si parla d’altro.

Le voci narrano di una spartizione tra Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia e che sarebbe molto complicato che venga lasciato qualcosa alla Lista Civica di Rocca e all’Udc (cosa che farebbe infuriare l’ex sindaco di Pontecorvo Roscia che già pare si senta assessore in pectore).

La  Lega, tramite di suo segretario regionale, Claudio Durigon, secondo quanto battuto dall’agenzia Dire, “avrebbe fatto la prima mossa chiedendo agli alleati (FdI in testa) la presidenza del Consiglio regionale, forte del risultato elettorale che l’ha “incoronata” secondo partito del centrodestra con poco più dell’8,5%. Il nome sarebbe quello di Pino Cangemi: l’ex assessore della Giunta Polverini agli Enti Locali e Sicurezza e consigliere regionale dal 2013, mister preferenza del Carroccio con oltre 15mila voti. Gli altri due consiglieri eletti sono Laura Cartaginese e Orlando Tripodi.  La scelta di Cangemi però starebbe creando malumori proprio nella Lega, poiché grazie al suo buon rapporto con l’ex presidente del Consiglio Regionale del Pd, Leodori, Cangemi avrebbe favorito la “stampella” al centrosinistra. Tra i contestatori ci sarebbe Pasquale Ciacciarelli, il più votato della lista Lega in provincia di Frosinone e rimasto fuori nonostante uno straordinario risultato. Il nome di Ciacciarelli era tra quelli circolati come possibile rappresentante della Lega nella giunta Rocca. Una pesante concorrenza a Ciacciarelli è però rappresentata, per esempio, da Eloisa Fanuli, la più votata tra coloro che sono rimasti fuori dal Consiglio a Roma.

Forza Italia invece chiederebbe il vicepresidente del Consiglio e un assessore. E qui, incredibilmente, si sarebbe fatto avanti il nume tutelare degli Azzurri di Latina. Pare, sempre, si dice che voglia chiedere l’ingresso, in una delle due posizioni, di un esponente di Latina, non appagato dalla super rappresentanza ottenuta da quella provincia. Dal canto suo Forza Italia chiederebbe il vicepresidente e un assessore. Il nome che circola è quello di Giuseppe Simeone, consigliere azzurro uscente dopo due legislature. L’altro assessore (nel caso venisse accordato) proverrebbe da Roma. Il pezzo del partito che fa capo al vicepremier Tajani spinge per l’ex deputata Maria Spena ma questa “componente” è uscita ridimensionata dal voto non avendo eletto alcun consigliere. E in questo contesto prende quota l’ipotesi del rieletto Fabio Capolei, il più votato a Roma e provincia.

- Pubblicità -
Redazione
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24