giovedì 19 Maggio 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeDall'ItaliaNeonato di sette mesi trovato morto nella culla: le possibili cause del...

Neonato di sette mesi trovato morto nella culla: le possibili cause del decesso. Il dolore della famiglia

Mamma e nonni hanno provato a svegliare il bambino, inerme senza segni di vita. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi, purtroppo inutili

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Sordio, piccolo comune del Lodigiano è scosso per la morte di un neonato di soli sette mesi. Il sindaco Salvatore Iesce a nome di tutta la comunità ha espresso vicinanza e cordogliò alla famiglia.

Il giorno di Pasqua la famiglia, riunita per trascorrere insieme le festività, ha avuto un’amara sorpresa: mamma e nonni hanno provato a svegliare il bambino, inerme senza segni di vita. Immediatamente sono stati allertati i soccorsi, ma non c’era nulla da fare, se non constatare il decesso.

- Pubblicità -

L’autopsia darà risposte certe ed ufficiali, ma soccorritori e medici ritengono che la causa della prematura morte del piccolo sia la sindrome da morte in culla, la SIDS.

La SIDS, acronimo inglese Sudden Infant Death Syndrome, è quel fenomeno che consiste nel decesso di infanti, dalla nascita fino al compimento dell’anno di età, senza alcuna spiegazione medica o malattia pregressa. I dati indicano che ogni anno sono circa 150 i bimbi colpiti da morte in culla.

- Pubblicità -

Non è possibile prevenirla, ma alcuni accorgimenti possono sicuramente offrire una maggiore sicurezza: il sito ufficiale del Bambin Gesù di Roma ha una pagina del proprio sito internet dedicata proprio a questo terribile fenomeno, alcuni consigli pratici sono ad esempio di non coprire mai il bambino mentre dorme, non mettere giochi, pupazzi, peluche o trapunte nella culla.

Assolutamente non fumare in gravidanza o dopo la nascita del bambino, in casa, in macchina o comunque in presenza dei bambini. Il fumo è una delle prime cause attribuite a questa tragedia.

- Pubblicità -

Esistono diverse associazioni che danno supporto ai genitori per ridurre il rischio di SIDS. Una tra queste è SalvaGente Italia. Tramite il proprio sito internet e pagine social, l’associazione offre corsi per aiutare i genitori nella prevenzione e nella sicurezza dei bambini, soprattutto nel primo anno di vita, e non solo.

Purtroppo, sono diversi i fenomeni inspiegabili come la SIDS o spiegabili e terrificanti come il soffocamento che mietono tante vittime ogni anno. Essere preparati e attenti non ci rende immuni dalle tragedie, purtroppo, ma è sicuramente un valido aiuto in molte circostanze, anche nella tempestività del chiedere aiuto.

- Pubblicità -
Giada Marras
Ha studiato ingegneria presso il Politecnico di Torino, ma l’amore per le parole ha sempre sovrastato quello per i numeri. La curiosità innata per il mondo che la circonda l’ha spinta negli anni a collaborare nel settore giornalistico in diversi ambiti, in particolare con rubriche di food e territorio. Oggi scrive sul quotidiano online TuNews24.it.
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24