sabato 2 Marzo 2024
B1-970x250-TUNEWS24
HomeCronacaSequestro preventivo delle quote della Italy Glass Spa, il Tribunale di...

Sequestro preventivo delle quote della Italy Glass Spa, il Tribunale di Latina ordina la restituzione alla Akros Holding Srl 

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Il Tribunale del riesame di Latina ha accolto i motivi di impugnazione depositati congiuntamente dalla difesa di Italy Glass Spa ed Akros Holding Srl, disponendo con ordinanza l’annullamento del decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca notificato dal III Collegio dello stesso Tribunale, ordinando per l’effetto l’immediata restituzione al ricorrente Akros Holding Srl delle quote della ITALY GLASS SPA il liquidazione. La vicenda risale allo scorso 14 febbraio.

L’avvocato Mario Antinucci

I difensori delle società ricorrenti, l’avvocato prof. Mario Antinucci del Foro di Roma e l’avvocato Ugo Cardosi del Foro di Latina, hanno contestato la ricorrenza dei presupposti di legge del sequestro di prevenzione proposto dalla Procura della Repubblica di Roma, sia sotto il profilo del c.d. periculum in mora sia sotto il profilo del c.d. fumus boni iuris, revocando in dubbio l’intero impianto accusatorio incentrato sulla gravità indiziaria del reato di bancarotta fraudolenta, oggi al centro del clamore mediatico-giudiziario del giudizio penale azionato dalla stessa Procura all’esito dell’indagine “Dirty Glass”.

- Pubblicità -

“Al riguardo – evidenziano i legali – è stato molto chiaro il passaggio della difesa nei motivi del riesame ove a corredo di un corposo indice di atti, documenti e perizie a confutazione si legge: Non v’è chi non veda oggi che proprio Luciano Iannotta e la sua famiglia siano stati negli ultimi 30 anni vittime e persone offese nell’ambito di importanti giudizi penali azionati presso il Tribunale di Latina, ove sotto l’accusa di bancarotta fraudolenta e con la leva dei sequestri penali di prevenzione ex art. 321 c.p.p. dichiarati in sede d’impugnazione “geneticamente privi di ogni presupposto di legge”, si è letteralmente consumata la frantumazione del più grande colosso industriale Pontino dal dopoguerra ad oggi (ANTARES INDUSTRIALE SRL, poi ANTARES INDUSTRIALE GROUP SPA, quindi FALLIMENTO DELLA PONTINA INDUSTRIALE PONTINA SRL), a valle di sentenze del Tribunale di Latina tutte con formule assolutorie ove non anche del Tribunale delle Imprese di Roma che in data 22.11.2018, attraverso 42 (quarantadue) pagine di analitica ricostruzione dei fatti,  ha disatteso tutte le domande azionate dalla Curatela del Fallimento della Industriale Pontina Srl del Tribunale di Latina ed ha condannato la Curatela del Fallimento della Industriale Pontina Srl del Tribunale di Latina al pagamento delle spese legali i soggetti convenuti per oltre 400,000,00; la predetta sentenza non è stata impugnata ed è quindi passata in giudicato, con l’effetto di costituire oggi titolo per un’azione risarcitoria (an debeatur), in primis contro la Curatela del Fallimento del Tribunale di Latina,  per un quantum debeatur di centinaia di milioni di euro attualmente allo studio di esperti consulenti tecnici di chiara fama in Italia ed all’estero

Tutto ciò in attesa di leggere le motivazioni dell’ordinanza, “quando si potrà apprezzare l’equilibrio nelle deduzioni in fatto e diritto del Tribunale del riesame di Latina – proseguono i legali – nel delineato contesto di clamore mediatico delle vicenda giudiziaria “Dirty Glass”, letteralmente esplosa sulla stampa locale e nazionale all’indomani del recente sequestro di prevenzione notificato l8 febbrario 2022 dal Tribunale delle misure di prevenzione di Roma, anche nei confronti della Italy Glass Spa in liquidazione ed Akros Holding Srl , destinatarie dell’ordinanza deciso oggi dal Tribunale del riesame di Latina”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24