Giochi per i bambini: alla scoperta di Minecraft

Condividi la notizia!

Chi l’ha detto che i videogiochi sono pericolosi per i bambini? Ce n’è uno molto famoso che sviluppa la creatività e la fantasia dei più piccoli: si chiama Minecraft, e a parlarcene sono gli esperti di OS Gaming.

Allora non è vero che tutti i videogame sono diseducativi?

Di certo ci sono titoli che hanno una connotazione negativa, ma sarebbe sbagliato pensare che tutti i videogiochi facciano diventare irascibili i bambini o possano creare dipendenza. Un valido esempio da questo punto di vista proviene da Minecraft, che propone una realtà del tutto compatibile con uno sviluppo sia cognitivo che emotivo nei più piccoli. Minecraft è un titolo decisamente famoso, e si sviluppa per mezzo del mining su vari terreni.

Come è fatto Minecraft?

Il gioco non ha una vera e propria trama, e lo scopo del gamer è quello di far sopravvivere il suo personaggio e farlo crescere. così come succede nella vita reale, anche nel gioco il personaggio ha fame e manifesta altri bisogni vitali; in più, si trova a far fronte a varie insidie. Ecco spiegato il motivo per il quale sotto molti aspetti Minecraft permette ai più piccoli di cogliere le esigenze per la sopravvivenza, fornendo tante lezioni di vita che possono essere assorbite in modo graduale.

Quali sono le caratteristiche più significative di questo gioco?

Vale la pena di mettere in evidenza che non ci sono effetti scenografici, così come non vengono proposti stimoli fantascientifici. La grafica è senza dubbio vintage, quasi da anni Ottanta. Ma questo aspetto non è un difetto, e anzi con tutta probabilità è uno dei punti di forza di Minecraft, che riscuote un notevole apprezzamento tra i bambini proprio per la sua semplicità. La stessa azione dello scavare è un tipo di attività facile da riconoscere e che può essere riprodotta in modo agevole.

A quale età un bambino potrebbe iniziare a usare Minecraft?

In linea di massima questo gioco è raccomandato per i bambini a partire dai 7 anni, per quanto le versioni più recenti per dispositivi mobili siano fruibili già dai 5 anni in su. Esistono due differenti modalità di gioco: una è la modalità Creativa e l’altra è la modalità Sopravvivenza. Nella seconda il giocatore deve prestare attenzione alla vita del personaggio, in quanto ci sono insidie – come per esempio le gelatine velenose, i ragni o gli zombie – che possono metterla in pericolo. Esiste, poi, una modalità estrema che dà stimoli più intensi. Tuttavia il nostro suggerimento per i genitori è quello di attivare tale modalità solo dopo che i bambini avranno capito come funzionano le diverse opzioni di gioco. Per provare il gioco abbiamo reso disponibile sul sito OsGaming.it una guida per scoprire come scaricare Minecraft originale, segui il collegamento per maggiori info.

È vero che Minecraft si può usare anche a scuola?

Sì, certo, può essere impiegato per scopi didattici, nella versione Education: vi si ricorre per far imparare ai piccoli studenti l’inglese e la storia, ma anche la geometria, la fisica e la chimica. Quello che ne deriva, quindi, è uno strumento per la didattica di cui si possono avvalere gli insegnanti, magari per pianificare delle lezioni interattive o comunque stimolanti. Esistono perfino delle varianti grafiche del gioco che sono state messe a punto per l’insegnamento del coding, in modo che i bambini abbiano la possibilità di sviluppare il ragionamento razionale e logico.

Insomma, è un videogame dalle tante potenzialità

Di certo ci sono un sacco di possibilità tra cui scegliere, e non è certo un caso se Microsoft ha speso qualcosa come 2 miliardi e mezzo di dollari per comprare Minecraft. Inoltre, ci teniamo a raccontare che per giocare con Minecraft è suggerito l’utilizzo di un controller: si tratta di uno specifico elemento hardware grazie a cui il giocatore è in grado di controllare le azioni del personaggio. Questo si muove in un ambiente tridimensionale, e così Minecraft fa capire ai bambini, tramite una realtà virtuale, la percezione tridimensionale. Interagire con la percezione dello spazio e con altri concetti come quello del movimento è utile per i più piccoli, che giocano e imparano allo stesso tempo: si divertono mentre fanno correre o colpire il proprio personaggio. Ecco perché si tratta di un videogame che non è finalizzato al puro e semplice intrattenimento, ma ha anche una funzione formativa ben precisa.

OS Gaming è il primo sito di commercio elettronico concepito dai gamer e rivolto ai gamer. Hunter e Radja91 sono i due creatori di questa realtà: due gamer che non solo sono animati da una forte passione, ma che prendono parte anche a tutti i più importanti eventi del settore, come per esempio il Comix di Lucca e il Gaming Week di Milano. Essere presenti alle esperienze live consente di provare tutti i prodotti in uscita e i componenti più recenti. Su OS Gaming si possono trovare, infatti, articoli di qualità elevata a prezzi molto convenienti e vantaggiosi.

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE