L’Eccidio Settimanale – Oggi a Veroli l’asino precede i gitanti

Condividi la notizia!

Festa dedicata alla Patrona Santa Maria Salome solamente religiosa e con tutti gli accorgimenti previsti. Boville e Monte San Giovanni Campano chi per un motivo e chi per un altro sempre sulla cronaca dei social


di Egidio Cerelli


Anche la Patrona di Veroli, Santa Maria Salome si è dovuta attenere alle disposizioni sanitario-amministrative della pandemia. Il suo primo vaccino lo ha fatto l’anno scorso di questo periodo. Quest’anno anche a Lei toccherà il secondo. Come è successo in questi ultimi tempi a buona parte dei Suoi protetti verolani e diocesani.

Si comincia questa sera con la Messa del Vescovo mons. Ambrogio Spreafico

Questa sera comincerà la novena con la esposizione del Busto sacro e con la Santa Messa che verrà officiata dal vescovo mons. Ambrogio Spreafico. Il tutto coordinato dalla regia del rettore don Angelo Oddi con il parroco don Andrea Viselli. Per tutta la settimana poi si avvicenderanno dall’abate di Casamari, dom Loreto, al vicario generale don Nino ed al vicario foraneo don Giacinto per altre celebrazioni Eucaristiche. Non sono previste le Messe dei sacerdoti delle varie parrocchie di periferia. Ovviamente causa Covid ancora non completamente debellato. Pur se oggi rispetto a qualche giorno fa da pochissimi senza mascherina si è passati alla libertà cieca e sprovveduta degli incoscienti di turno. Tant’è che Bar ed esercizi pubblici, piazze o slarghi nelle contrade pullulano dei senza mascherina e senza il distanziamento predicato ed obbligatorio. Fatevi un giro quando volete ed anche senza scegliere orario che ne so anche nel centro storico. Nella Basilica di Santa Salome le presenze non potranno superare le cento unità con tutti gli accorgimenti del caso per le sacre celebrazioni di questa settimana.

Due asini in aiuto delle guide turistiche per il tour in centro storico sino ai Colli

Oggi, se il numero delle iscrizioni saranno state ultimate, Veroli dovrebbe accogliere gitanti che guidati da un paio di asini potranno visitare il Centro storico, i suoi vicoli e salire poi verso Monte San Giacomo. Il presidente della Pro Loco Gianluca Scaccia ci ha confermato che la giornata prevista si farà anche perché altri gruppi di gitanti saliranno in città per aggregarsi a quelli che già hanno dato la loro adesione. Dunque una giornata diversa che si riconcilia con il turismo. Brave alle guide.


A giorni affidamento dei lavori alla ditta che ha vinto la gara dell’isola ecologica

In settimana abbiamo avuto la conferma della realizzazione dell’isola ecologica di cui abbiamo avuto modo di parlare per lungo e per largo spiegandone le peculiarità e gli scopi che l’amministrazione comunale, tramite l’assessore all’ambiente Fiorini ed al suo collega dei LLPP e Urbanistica Simonelli intendono raggiungere per venire incontro alle esigenze dei cittadini, ben consci della economia circolare che produce l’isola ecologica. Un altro interessante passo avanti per un servizio che i cittadini da tempo aspettano. I fondi sono già belli e pronti per realizzare l’opera che ha visto la concomitanza della Provincia con la compartecipazione finanziaria anche del Comune. Il sito scelto, poi, è strategicamente molto valido (alle spalle della uscita o entrata della Superstrada a Casamari) per cui il primo centro di smistamento deve solamente avere la ufficializzazione dell’affidamento dell’appalto alla ditta verolana che ha vinto la gara.

Boville Ernica sempre alla ribalta mediatica

Spostiamoci nella vicina Boville Ernica, dove ci voleva l’addetto stampa per far conoscere ai cittadini baucani ciò che delibera la Giunta del duo Perciballi-Fabrizi. Una accoppiata vincente che sta cominciando a lavorare seriamente rispetto alle tante promesse sinora lette sui siti del Comune. L’addetto stampa sta invece proponendo un giorno sì ed una sera pure mail a noi poveri cronisti, seppur con tanto ritardo per cui troviamo difficoltà per la pubblicazione, mentre è sollecito per informare gli stessi amministratori che hanno deliberato l’atto. Forse perché è nel libro paga del Comune. Dunque… Va bene che l’aneddoto del ‘repetita iuvant’ è valido ma anteporre l’invio agli assessori e non alla stampa sa di rapporto deontologico che solo ‘Bauco’ o chi per esso, può fare. Comunque lavori o progetti in corso se ne leggono, ma sarebbe opportuno, come abbiamo spesso richiesto, porre qualche domanda al duo Perciballi-Fabrizi che riteniamo, usiamo un termine troppo abusato, abbiano paura di rispondere alle nostre domande. Sta bene a loro… ed allora zitti e mosca. Comunque questo accade solo a Bauco. Basta leggere quello che qualche consigliera scrive rispondendo alle loro dichiarazioni che l’addetto stampa si affretta ad inviare a loro stessi per capire quanto il popolo baucano avrebbe bisogno di porre a lor signori quelle stesse domande che postano sui social. Così è se vi pare! Anche perché la risposta dell’amministratore è sempre la stessa… ”aprè moi le deluge”, così come Luigi XV

Monte San Giovanni Campano, intere zone con tante frane

Spostiamoci a Monte San Giovanni Campano, dove le frane la fanno da padrona così come ci fanno sapere alcuni abitanti della zona Boccafolle, ma non solo.
“Abbiamo comunicato tramite posta certificata, al comune di Monte San Giovanni Campano che ha protocollato le segnalazioni con il n. 3692 del 19-02-2021 e il n. 7721 del 12-05-2021 che, alle coordinate Posizione Google 41.61511041212046, 13.518507953772868, in una zona compresa tra le frazioni di Colli e la Lucca, situate nel medesimo comune, un sostanzioso smottamento del terreno, ha cambiato la configurazione del territorio rendendo inaccessibili alcune zone agricole. Ad oggi, nessuna risposta, nonostante la situazione sia peggiorata, in quanto anche in altri tratti di strada che conducono alla zona indicata il passaggio è molto limitato. Abbiamo avvertito di quanto anche la Guardia Forestale (già dal 17 febbraio) che mai si è degnata di rispondere e la Polizia Provinciale che ci ha comunicato che esiste un reparto deputato alla manutenzione delle strade provinciali disinteressandosi completamente (comunicazione del 17 febbraio) che la zona è invasa di rifiuti di ogni genere. Abbiamo manifestato la nostra disponibilità ad accompagnare gli enti preposti nel tragitto che conduce alla zona menzionata, per mostrare come il passaggio che collega i terreni agricoli delle 2 frazioni, nel punto geografico indicato, fosse stato portato via dalle innumerevoli inondazioni dei mesi scorsi. Il percorso, maggiormente usato dai contadini nel periodo estivo, è scomparso, come dimostrano le foto inviate insieme ad un disegno per mostrare il punto esatto in quanto la zona stessa è priva di toponomastica”.
Sindaco Veronesi, lei in merito non sa nulla? 

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.