Serie B – Al Frosinone manca solo il gol: finisce 0-0 con il Chievo

Condividi la notizia!

Il Frosinone sfiora il colpaccio al “Bentegodi” contro il ChievoVerona. I ciociari non riescono a sfruttare le tante occasioni da gol e tornano a casa con un punto che lascia molto amaro in bocca.

Mister Nesta rispolvera Ariaudo in difesa, con Curado sul centrodestra e Brighenti sul centrosinistra. A centrocampo fiducia a Gori e Maiello, con Kastanos che vince il ballottaggio su Rohdén. In avanti, viste le condizioni non ottimali di Iemmello, è Ciano ad affiancare Novakovich. Nel Chievo Aglietti schiera un 4-4-2 a trazione offensiva: Ciciretti e Garritano esterni, mentre in attacco spazio alla coppia Fabbro-Margiotta. Dopo una fase di studio iniziale, al 17′ i clivensi si fanno vedere con Renzetti che crossa da sinistra per Fabbro, l’ex Pisa anticipa Brighenti ma in scivolata manca il bersaglio. La risposta ciociara arriva tre minuti dopo con Novakovich che raccoglie palla a trequarti campo, guadagna il fondo e serve Kastanos. Il cipriota calcia con il mancino trovando però la schiena di Ciano quando la palla sembrava ormai diretta in porta. Al 37′ bella azione sulla corsia mancina da parte di Vitale che crossa sul secondo palo per l’accorrente Zampano, l’ex Pescara schiaccia però troppo debolmente di testa e Semper non ha problemi a bloccare la sfera.

Il primo quarto d’ora della ripresa è spezzettato da tanti falli, uno dei quali causa l’uscita dal campo di Gori per un colpo al costato. Al 60′ il neoentrato Rohdén serve in verticale Novakovich che, a tu per tu con Semper, svirgola con il mancino. Due minuti dopo è Iemmello a provarci dalla distanza, ma la sfera finisce di poco alta. Risponde il Chievo al 66′ con un cross di Palmiero prolungato da De Luca per Fabbro, il cui colpo di testa sfiora il palo. Si rivede il Frosinone al 68′: azione solitaria di Zampano che semina il panico nella difesa di casa prima di scaricare dietro per Iemmello, il destro dell’ex Benevento viene deviato in angolo. Al 72′ Ariaudo lancia lungo per Rohdén, lo svedese evita il diretto marcatore ma davanti a Semper calcia incredibilmente alle stelle. Ancora frusinati in avanti al 73′ con Iemmello, il suo mancino incrociato finisce di un soffio fuori. Cinque giri di lancette dopo Novakovich fa da torre per Iemmello che allarga per Rohdén, il numero 7 apre il destro ma manda alto. L’ultimo squillo di gara arriva nel primo dei cinque minuti di recupero con Bertagnoli che salva in extremis su Iemmello lanciato a rete. Finisce 0-0 al “Bentegodi”, zero anche i tiri in porta delle due squadre, con il “Leone” che però ha il grosso rammarico di non aver capitalizzato le numerose occasioni create.

CHIEVOVERONA-FROSINONE 0-0

ChievoVerona (4-4-2): Semper; Bertagnoli, Rigione, Gigliotti, Renzetti; Ciciretti (65′ Canotto), Palmiero, Viviani, Garritano (82′ Zuelli); Fabbro (74′ Di Gaudio), Margiotta (65′ De Luca). A disp.: Seculin, Bragantin, Leverbe, Giaccherini, Pavlev, Cotali, Mogos. All.: Aglietti.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Curado, Ariaudo, Brighenti (61′ Carraro); Zampano, Gori (54′ Tribuzzi), Maiello, Kastanos (46′ Rohdén), L. Vitale (86′ Salvi); Novakovich, Ciano (61′ Iemmello). A disp.: Iacobucci, Capuano, Boloca, D’Elia, Szyminski, Parzyszek, Brignola. All.: Nesta.

Arbitro: Marinelli di Tivoli.

Note: partita a porte chiuse. Ammoniti: Garritano, Rigione (C); L. Vitale (F). Recuperi: 1′ pt; 5′ st.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.