Serie B – Il Frosinone espugna Cosenza e si rilancia in chiave play-off

Condividi la notizia!

Il Frosinone espugna il “San Vito-Marulla” di Cosenza grazie alle reti di Novakovich e Szyminski che rispondono al vantaggio iniziale dei Lupi della Sila firmato Crecco.

Nesta deve rinunciare dal primo minuto a Iemmello, fermato da un problemino fisico. In attacco si affida così alla coppia Ciano-Novakovich. Nel Cosenza Occhiuzzi torna al 3-4-1-2 con Tremolada in appoggio a Carretta e Gliozzi. Al primo affondo i rossoblù passano: è proprio Tremolada a pescare Crecco in area, l’ex Pescara appoggia in rete con il mancino da posizione leggermente defilata, approfittando dell’immobilismo della difesa ciociara. La formazione canarina prova a reagire con un colpo di testa di Gori e con un sinistro dalla distanza di Ciano che però non impensieriscono Falcone. Al 37′ filtrante di Tremolada per Carretta che manca però l’impatto con il pallone nei pressi dell’area piccola. Agli sgoccioli della prima frazione Gliozzi, ben servito da Petrucci con l’esterno, costringe Bardi a rifugiarsi in angolo. Dalla ripartenza su questo corner arriva il pareggio del Frosinone: Gori si invola verso l’area avversaria, frena al limite e serve l’accorrente Novakovich che fredda Falcone con un perfetto destro rasoterra all’angolino.

L’avvio di ripresa vede subito gli ospiti pericolosi con un’azione solitaria di Kastanos, conclusa con un destro che viene respinto in angolo da Falcone. Al 57′ corner corto del Cosenza che favorisce Tremolada, l’ex Brescia crossa a rientrare con il mancino e per poco non sorprende Bardi sul secondo palo, la palla finisce infatti fuori per un’inezia. Poco prima dell’ora di gioco Nesta si gioca le carte Rohdén e Iemmello per Gori e Ciano, al rientro da titolare ma autore di una prova piuttosto anonima. Al 68′ bella azione di Kastanos che libera al tiro Iemmello, Falcone dice no e respinge con i guantoni. L’ex Benevento ci riprova all’84’, ma il portiere rossoblù si oppone nuovamente. Due minuti dopo il Frosinone mette la freccia: angolo di Luigi Vitale per Szyminski che insacca di testa. Il “Leone” ha subito due occasioni per il tris, Parzyszek e Iemmello però non trovano il guizzo giusto. Allo scadere dei quattro minuti di recupero Rohdén imbecca Iemmello, il suo destro viene alzato in angolo da Falcone. Finisce così al “San Vito-Marulla”: tre punti fondamentali per le ambizioni play-off del Frosinone, mentre il Cosenza resta quartultimo in zona play-out.

COSENZA-FROSINONE 1-2 (1-1)

Cosenza (3-4-1-2): Falcone; Tiritiello, Idda, Ingrosso (88′ Trotta); Gerbo, Ba (46′ Sciaudone), Petrucci, Crecco; Tremolada (70′ Bahlouli); Gliozzi (83′ Mbakogu), Carretta (70′ Sacko). A disp.: Saracco, Bouah, Schiavi, Legittimo, Vera, Kone, Sueva. All.: Occhiuzzi. 

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Szyminski, Curado; Salvi (69′ L. Vitale), Gori (59′ Rohdén), Maiello (85′ Carraro), Kastanos, Zampano; Novakovich (85′ Parzyszek), Ciano (59′ Iemmello). A disp.: Iacobucci, Capuano, Ariaudo, D’Elia, Tribuzzi, M. Vitale, Brignola. All.: Nesta. 

Arbitro: Amabile di Vicenza.

Marcatori: 7′ Crecco (C), 45′ Novakovich (F), 86′ Szyminski (F).

Note: partita a porte chiuse. Ammoniti: Idda, Petrucci, Tiritiello, Crecco, Gerbo (C); Gori, Salvi (F). Recuperi: 2′ pt; 4′ st.

Condividi la notizia!

Stefano Pantano

Laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2 con una tesi sulla prima, storica, promozione del Frosinone Calcio in Serie A. Giornalista pubblicista, collabora con il quotidiano online "TuNews24.it", con il settimanale "Tu Sport" e con il quindicinale "Alé Frosinone" oltre che con i portali "CalcioMercato.com" e "MondoSportivo.it", di cui è caporedattore.