Le sfide dei broker forex 2021: come affrontarle al meglio?

Condividi la notizia!

Il Forex Market è il principale mercato finanziario per volumi di scambio giornalieri. Si tratta del luogo ove si può investire sulle variazioni dei tassi di cambio tra coppie valutarie, un settore immenso dal quale dipende l’intero equilibrio della società di scambio contemporanea.

Alle variazioni dei tassi di cambio, infatti, sono legati il commercio estero di beni e materie prime.

Da molti considerato il mercato su cui fare trading online per eccellenza, il Forex è allo stesso tempo ricco di sfide e opportunità. Questo specialmente nel 2021, anno che vedrà dispiegarsi tutte le conseguenze delle misure adottate per superare la fase più buia della pandemia da Covid-19 e che probabilmente continuerà a fare affidamento a quelle misure.

Per questo motivo tutti coloro che hanno intenzione di impegnare i propri risparmi sulle coppie forex dovranno prestare attenzione e avvalersi di tutti gli strumenti che i migliori broker forex mettono a disposizione dei propri clienti.

Queste offerte gratuite permetteranno di semplificare le analisi finanziarie e le operazioni di investimento. Due vantaggi essenziali specialmente nel 2021.

Il Forex Market: quali sfide nel 2021?

Il 2021 presenterà non poche sfide, specialmente per chi è solito operare sulle coppie valutarie principali, ovvero su quelle che hanno come controparte il dollaro americano.

Come mai?

Ebbene, l’economia americana ha ormai perso il proprio primato mondiale. Sebbene i prodotti e le società americane siano comunque leader nei rispettivi settori (specialmente nel settore tecnologico), molte di queste non contribuiscono attivamente al PIL statunitense.

Si pensi ad Amazon, colosso che ogni anno presenta profitti in netto aumento ma che non paga tasse federali. La cosa, tuttavia, non si limita ad Amazon: anche Microsoft e le altre BIG americane versano al governo solo una minima percentuale delle tasse che dovrebbero.

Si tratta di una cosa legale? Assolutamente sì: investendo in Ricerca&Sviluppo e destinando parte dei soldi a società filantropiche, i colossi della tecnologia statunitense possono legalmente bypassare le tasse federali (o la maggior parte di esse).

Dal punto di vista finanziario, l’America ancora detiene il primato mondiale per capitalizzazione complessiva delle sue Borse Valori, ma il dollaro non se la passa affatto bene e non si è affatto ripreso dallo smacco subito nel 2008/2009.

A testimonianza di ciò vi sono i piani REPO che non si sono affatto interrotti dal 2019.

Chi investe sul Forex avrà un gran bel da fare anche nell’analizzare le principali coppie forex crossfit (specialmente quelle che hanno nell’Euro la propria controparte).

L’Unione Europea, infatti, è stata duramente colpita dalla pandemia e tutti i “Piani Ristoro” messi in atto dalla BCE altro non sono che il vecchio modello di Quantitative Easing mascherato con nome diverso. Si tratta di grosse somme di denaro garantite da Titoli di Stato (e quindi debito pubblico).

Se per nazioni come Francia e Germania questa è una strada percorribile in quanto la loro affidabilità creditizia è più che elevata, oltre a queste due in Europa ci sono un gran numero di nazioni meno affidabile. A partire dai PIGS, infatti, per supportare i Piani Ristoro rivolti a queste nazioni la BCE è dovuta ricorrere al massiccio acquisto di titoli di debito pubblico di queste nazioni.

Risultato?

Titoli valutati in tripla B (come quelli del nostro debito pubblico) presentano, in questo modo, volumi superiori alla media e sono oggetto di un interesse di mercato che non gli spetterebbe. C’è chi parla di bolla finanziaria, motivo per cui nel 2021 bisognerà prestare attenzione.

Forex 2021: le opportunità

Non solo sfide ma anche opportunità. Il Forex Market nel 2021 probabilmente vedrà la nascita di un crescente interesse alle valute asiatiche, in particolar modo Cina e Giappone.

La prima, infatti, nel 2020 ha finalmente svelato le proprie carte e, conquistato il podio del mercato asiatico, si prepara al debutto mondiale. Il Piano Autunnale annunciato da Pechino prevede il lancio di non poche aziende e un progetto di crescita e ricostruzione economica monumentale.

Il secondo, invece, sembra finalmente essere riuscito ad uscire dalla spirale negativa della Bubble Economy degli anni ’80. I tassi di crescita sono tornati nella zona verde e il controllo della valuta è attento come non mai.

Condividi la notizia!